Politica

GENOVA - E' una Ilaria Cavo sodisfatta per il risultato ottenuto. La vittoria nel collegio uninominale alla Camera proietta l'assessore regionale alla Cultura della giunta Toti a Roma per rappresentare la Liguria nelle Aule del Parlamento.

"Due anni fa festeggiavamo insieme dopo le elezioni regionali. Ora questa vittoria papi la dedico a te che in questa campagna elettorale non hai potuto dare "santini" ma in qualche modo mi sei stato affianco - spiega Cavo che dedica il risultato al padre -. Saresti orgoglioso oggi di avermi insegnato il senso dell'impegno e della squadra. Grazie a tutti coloro che mi hanno aiutato fattivamente, nei prossimi post pubblicherò la carrellata delle foto più significative. Grazie a tutti voi che mi state scrivendo, siete tantissimi e cercherò di rispondere uno a uno. Grazie Pres per aver creduto in me".

"E' un successo che premia la nostra amministrazione ed il nostro lavoro come Giunta. Io mi sono fatta espressione della volontà del presidente Giovanni Toti candidandomi in un collegio non facile e siamo riusciti a vincerlo. E' stato riconosciuto il nostro lavoro in questi anni, la vicinanza con il territorio, l'operatività e la progettualità che abbiamo dato, in un collegio dove è nato un progetto, dove è nato un modello. E' il collegio del Porto, degli Erzelli, dell'Aeroporto e delle infrastrutture su cui insistiamo, come il Terzo Valico e la Gronda. Credo che si sia stata molta presenza da parte mia sul territorio, con una campagna fatta dalla mia squadra con grande incontro sul territorio con le persone. Ma credo che sia un riconoscimento per tutti dell'operatività e della concretezza del nostro operato. Abbiamo retto su Genova, ma soprattutto abbiamo allargato il voto sulla provincia, convincendo comuni dove non era scontato: come Ceranesi, Serra Riccò o Arenzano. Ovviamente con percentuali alte che si sono confermate come Busalla, Varazze e lungo la costa. Tutto questo ha costituito una vittoria che mi onora, ora sono pronta a fare il mio lavoro con precisione per rappresentare questo collegio, che è impegnativo e significativo."

"Spazio anche nel nuovo esecutivo? Il mio mandato ora è quello di fare la parlamentare per rappresentare la Liguria ed il collegio di Genova Ponente, ma è chiaro che sarò rappresentante di tutto ciò di cui la Regione e la Giunta avrà bisogno, sarò a Roma per fare un gioco di squadra con tutti i colleghi parlamentari eletti. Più che onorevole mi sento onorata del mandato che mi è stato confermato, da tanti cittadini che hanno voluto confermare fiducia nella nostra coalizione e nella mia persona. Oggi non posso dire di più, ma lavorerò giorno dopo giorno per fare l'interesse dei liguri"

Ora per il presidente di Regione Liguria si palesa la necessità di assegnare le deleghe in mano all'assessore Cavo a un altro soggetto politico. Stessa situazione anche per gli assessorati di Turismo e trasporti in capo a Gianni Berrino anche lui eletto a Roma tra i banchi del Senato.   

 

ARTICOLI CORRELATI

Lunedì 26 Settembre 2022

Rixi e Cavo, voci utili a Roma. Pastorino leader nel Pd ligure

Proviamo a dare una lettura ligure del voto. Giorgia Meloni ha vinto anche in Liguria, ma da noi il Pd ha perso meno che su tutto il territorio nazionale. In Liguria il partito di Letta si attesta sopra il 20 per cento, limite che segna la tenuta o la disfatta a seconda che si stia sopra o si finisc
Lunedì 26 Settembre 2022

Politiche, record di astensionismo in Italia: Liguria sopra alla media nazionale ma sempre ai minimi storici

Un clamoroso dato di elettori astenuti si conferma in tutta Italia, con circa 16 milioni di cittadini che hanno deciso o non hanno potuto esprimere il proprio voto. Nel capoluogo l'affluenza definitiva si ferma al 64,5% rispetto al 70,8% del 2018