Cronaca

La Cassazione deve decidere sul ricorso di otto indagati per la ricusazione del giudice Faggioni
2 minuti e 16 secondi di lettura

GENOVA - È attesa per il 28 gennaio la ripresa dell'udienza preliminare per il processo legato al crollo di Ponte Morandi: un mese di stop, dopo l'ultimo incontro nel tendone del Tribunale di Genova avvenuto lo scorso 28 dicembre, che però non inciderà sui tempi della prescrizione. A decidere il rinvio è stata la stessa Paola Faggioni, giudice dell'udienza preliminare, che era stata ricusata dai legali di otto indagati, tra cui l'ex amministratore delegato di Autostrade Giovanni Castellucci. Faggioni, infatti, era intervenuta nell'ambito di un filone d'inchiesta parallelo a quello del crollo del ponte dedicato ai pannelli fonoassorbenti e in quell'occasione aveva chiesto e ottenuto gli arresti domiciliari per Castellucci: secondo i legali della difesa, con quel provvedimento la giudice avrebbe già espresso una valutazione complessiva sull'operato di Autostrade, fatto che viene ritenuto come una prova della mancanza di 'equanimità'. 

Il processo Morandi slitta al 28 gennaio, ma la prescrizione è sospesa - LA DECISIONE

Per questo motivo, era stato presentato un primo ricorso, respinto dalla Corte di Appello di Genova, da qui il ricorso in Cassazione: la decisione è fissata per il 21 gennaio. A quel punto, in base a come andrà l'udienza e quale sarà la decisione della Cassazione, il 28 di gennaio potrebbe esserci una svolta o un nuovo stop.

"Se il ricorso venisse accolto, a quel punto ci sarebbe un nuovo stop sempre con la sospensione del termine di prescrizione"

"Questo sarebbe necessario, nell'attesa che si pronuncia la Corte d'Appello. Dal punto di vista tecnico, infatti, la situazione è questa: dopo il rigetto della Corte d'Appello dell'istanza di ricusazione, gli imputati hanno fatto ricorso in Cassazione. Se il ricorso venisse accolto, vorrebbe dire che la Corte d'Appello deve riesaminare la questione sulla ricusazione e rivalutare le problematiche che ha posto la difesa", spiega a Primocanale l'avvocato Raffaele Caruso, legale del Comitato Ricordo Vittime Ponte Morandi. 

Giro d'Italia sul Ponte, Possetti: "Non è un omaggio alle vittime" - LO SBIGOTTIMENTO

L'auspicio per le parti civili, ma anche per gli stessi familiari delle 43 vittime che hanno perso la vita quel terribile 14 agosto 2018 e che sono stati esclusi dal procedimento, ma che continuano a seguire la vicenda giudiziaria con partecipazione è che invece "la Cassazione rigetti il ricorso arrivando a mettere una pietra tombale rispetto alla questione ricusazione e alla legittimità della conduzione dell'udienza da parte dell'attuale gip, Paola Fagioni". A quel punto, niente più interruzioni. 

"Il processo prenderebbe il via in maniera definitiva"

E il legale Caruso continuerà a prendere parte al procedimento come avvocato di cittadini e aziende del Comitato Zona Arancione Ponte Morandi, mentre il comitato dei parenti è stato escluso in quanto il comitato è nato dopo i fatti, ovvero dopo il crollo. Un'interpretazione dei principi che per Caruso è "intrisa di un formalismo di cui mi pare che molti abbiano colto l’ingiustizia". 

ARTICOLI CORRELATI

Lunedì 03 Gennaio 2022

Giro d'Italia sul Ponte. Possetti: "Non è omaggio"

Il nuovo Ponte rappresenta la testimonianza palese della nostra tragedia, non rappresenta il grande orgoglio di cui tanto abbiamo sentito parlare
Giovedì 30 Dicembre 2021

Processo Morandi, avv. Caruso: "Indignati ma andiamo avanti"

"Si chiude per me un anno complicato e affascinante che, negli ultimi mesi, è stato segnato dall’impegno nel processo del Ponte Morandi: martedì scorso l’ultima udienza prima dell’interruzione per attendere la decisione sulla ricusazione del giudice." Queste le parole dell'avvocato Raffaele Caruso i
Martedì 28 Dicembre 2021

Il processo Morandi slitta al 28 gennaio, ma la prescrizione è sospesa

Rinvio di un mese in attesa della decisione della Cassazione del 21 gennaio
Venerdì 17 Dicembre 2021

Ponte Morandi, l'evento natalizio in ricordo delle 43 vittime alla Radura della memoria

"Una bellissima iniziativa tra la camminata di 35 chilometri e i 43 abeti portati dai bimbi" commenta Egle Possetti, presidente del Comitato Ricordo Vittime Morandi
Mercoledì 15 Dicembre 2021

Genova, processo ponte Morandi, Aspi e Ministero: "Noi non responsabili"

E' ripreso con l'ennesimo colpo di scena il processo sulla tragedia costata la vita a 43 persone
Mercoledì 15 Dicembre 2021

Genova, processo ponte Morandi: è il giorno dei responsabili civili

Prossimo passo sarà la discussione dei pm per spiegare perché gli indagati sono sotto accusa
Giovedì 02 Dicembre 2021

Ponte Morandi, presidio dei familiari delle vittime: "Lo Stato ci deve l'approvazione del disegno di legge"

Tra le richieste anche la modifica della norma o l'eccezione che ha fatto escludere il comitato dal processo. E davanti alla Prefettura di Genova in un 'magro' presidio: "Ci sentiamo soli, abbandonati anche dalla popolazione genovese"
Venerdì 19 Novembre 2021

Processo Ponte Morandi, Egle Possetti: "Dove vogliono andare i professionisti dell’ingegneria?"

"Abbiamo una perizia risultante dal secondo incidente probatorio che identifica in modo chiaro quali siano state le cause del crollo" Queste le parole del presidente del Comitato Ricordo Vittime Morandi
Domenica 14 Novembre 2021

Processo ponte Morandi, i familiari delle vittime: "Giustizia per i nostri angeli"

Anche nel giorno in cui si profila il ricorso in Cassazione sulla ricusazione del gup, i familiari delle vittime non hanno mancato di presenziare all'udienza. Egle Possetti, presidente del Comitato Ricordo Vittime Morandi, ai microfoni di Primocanale ha ammesso "Noi parenti ci sentiamo carne da mace