Sport

La Sampdoria crolla nel posticipo serale a Bergamo. Nessuna attenuante per i blucerchiati, forse alla peggiore partita stagionale e mai in partita. Il primo tiro in porta della squadra di Giampaolo è arrivato dopo quasi un'ora di gioco: manifesto segno di differenza di potenziale. Una batttuta d'arresto forse prevedibile, ma che non va sottovalutata. E adesso Udinese, Juventus e Venezia: qui si decide il campionato. 

LA CRONACA
6' Cross di Hateboer e Pasalic brucia Magnani, niente da fare per Falcone.
19' La Sampdoria reclama inutilmente un rigore per un intervento di Toloi su Quagliarella.
20' Atalanta vicina al 2-0. Koopmeiners entra in area e serve Pessina, che ispira Hateboer. Il pallone esce di poco alla sinistra di Falcone.
29' raddoppia Koopmeiners, con una bella percussione personale chiusa con un gancio imprendibile per Falcone.
46' Tre cambi nel Doria: escono Magnani, Sensi e Quagliarella ed entrano Yoshida, Rincon e Sabiri.
59' Gol annullato a Caputo per fuorigioco. Subito dopo lo stesso Caputo calcia alto.
61' Dal possibile 2-1 al 3-0: lo firma Koopmeiners su assist di Miranchuk, per lui doppietta.
86' Miranchuk fa poker.


ATALANTA-SAMPDORIA 4-0
RETI: 6' Pasalic, 29' e 61' Koopmeiners, 87' Miranchuk.
ATALANTA (3-4-1-2): Musso; Toloi, De Roon, Palomino; Hateboer, Koopmeiners, Freuler, Zappacosta; Pessina; Malinovskyi, Boga (a disposizione: Rossi, Sportiello, Maehle, Muriel, Pezzella, Mihaila, Scalvini, Cittadini, Miranchuk, Pasalic). All. Gian Piero Gasperini.
SAMPDORIA (3-4-1-2): Falcone; Ferrari, Magnani (46' Yoshida), Colley; Conti, Thorsby, Ekdal, Murru (68' Augello); Sensi (46' Sabiri); Quagliarella (46' Rincon), Caputo (a disposizione: Audero, Ravaglia, Supriaha, Vieira, Giovinco, Trimboli). All. Marco Giampaolo.
ARBITRO: Sozza.
NOTE: ammonito Thorsby.