Sport

Ieri erano almeno in duecento i tifosi del Genoa che si sono ritrovati sotto la Nord dello stadio Ferraris per inaugurare l’opera artistica disegnata nei pressi della gradinata feudo rossoblu. Tra loro anche Claudio Onofri e la famiglia di “Spagna”, assassinato anni fa da un ultrà milanista.

I murales sono nati anche per sottolineare lo storico passaggio di proprietà del club agli americani. Ma queste opere e raffigurazioni hanno scatenato polemiche, visto che lo stadio è gestito a metà tra Grifone e Sampdoria. E proprio la società blucerchiata si è opposta ai murales genoani e ha inviato una PEC al Comune, alla società che gestisce l’impianto, alla Questura e al Genoa, nella cui lettera preparata dai loro avvocati viene sottolineata la richiesta di far tornare i muri ai loro colori originali. "La Samp non è mai stata interpellata – si legge – ma non avrebbe mai dato l’okay per una colorazione ‘di parte'". Per ora i murales restano ma presto il Comune effettuerà un sopralluogo. La querelle aspetta.

ARTICOLI CORRELATI

Mercoledì 17 Novembre 2021

Da Caicedo a Destro e Criscito: con la Roma il Genoa di Sheva si gioca i resti

Pochi i giorni per sperare in un "miracolo". Il Genoa con la Roma è costretto a pescare nel fondo del barile per trovare ciò che resta di una squadra continuamente falcidiata dagli infortuni muscolari. Caicedo e Criscito domenica sera al Ferraris per la prima partita ufficiale dei nuovi proprietari
Martedì 16 Novembre 2021

Genoa, Zangrillo pensa subito ai tifosi, Shevchenko lo saluta e Preziosi non esce di scena

Il primo atto di Alberto Zangrillo 46esmo presidente del Genoa è un post con tanto di Gradinata festante davanti alla squadra e con i versi del coro: "…è la stella che vogliam..". Il vecchio Grifo ha una proprietà americana e un presidente di provata fede. Anche il presidente della Regione Liguria G
Venerdì 12 Novembre 2021

Murales al Ferraris, il comunicato dei genoani: "Martedì sera tutti sotto la Nord"

Riunione di supporters rossoblù per commemorare i figli della Nord che non ci sono più
Domenica 14 Novembre 2021

Il Genoa di Shevchenko batte 3-1 la Primavera, Sirigu influenzato lascia il ritiro azzurro

GENOVA - Il Genoa di Shevchenko chiude la settimana con una partitella contro la Primavera (foto Genoa CFC): finisce 3-1 con reti di Melegoni, Gjini (schierato con la prima squadra) e Bianchi, contro il gol dei giovani siglato da Boci. Martedì il Genoa tornerà ad allenarsi per preparare la sfida co