Sport

A Terni sognano ad occhi aperti col primo posto assoluto in classifica che i tifosi rossoverdi non vedevano da 18 anni e addirittura le “fere” in B cinque vittorie consecutive non le avevano mai contate. Il merito è di Cristiano Lucarelli ormai da quelle parti il Mister dei record.

E pensare che dopo la sconfitta alla prima giornata col Modena ha rischiato l’esonero. Al “Liberati” ci sarà il pubblico delle grandi occasioni per il Genoa che rappresenta la squadra da battere quanto il Perugia peraltro vittima di Lucarelli per ben tre volte. Eppure Coda e compagni fanno paura e nessuno si illude che sarà una passeggiata. Il Genoa ha subito in pratica la metà dei gol degli umbri (6 contro 11) ma ha segnato di meno con undici gol, 5 in meno della formazione di Lucarelli.

Blessin al primo esame del campionato ci arriva con slancio grazie ai 10 punti fatti in 5 gare e pazienza se la Ternana ne ha fatti 15. Sarà la sfida che tutti vorranno vincere, ma che nessuno vorrà perdere, sapendo che la stagione è ancora lunghissima. Intanto stasera il Genoa cerca il pass per la Coppa Italia contro la Spal. Il modo migliore per prepararsi al match clou di sabato. Blessin vuole la qualificazione ma come anticipato farà un pesante turnover con il ritorno di Senper, Hefti, Badelj, Portanova e Yeboah. Dei titolari possibile impiego dall’inizio per Pajac, Frendrup e Gudmundsson. Confermato lo stiramento per Ilsanker che starà fuori probabilmente tre settimane.