Sport

GENOVA - E’ stato consegnato oggi a Gianluca Vialli il Premio Internazionale “Un Cuore da Leone”, istituito da Stelle nello Sport e Ussi con il patrocinio di Aips, Coni e Cip per ricordare la figura di Gian Luigi Corti, storico giornalista sportivo e dirigente azzurro, con la sua straordinaria storia di passione, impegno e generosità.

Nell’aula magna del centro Tecnico Figc di Coverciano sono stati Michele Corti (presidente Stelle nello Sport, direttore dell’Annuario Ussi e figlio di Gian Luigi) e Gianfranco Coppola (Presidente Ussi) a consegnare il riconoscimento al Capodelegazione della Nazionale italiana di calcio.

Presieduta da Filippo Grassia, la Giuria ha potuto contare sull’adesione di importanti dirigenti, tecnici e giornalisti sportivi tra i quali Valentina Vezzali (Sottosegretario allo Sport) Giovanni Malagò (Presidente coni), Luca Pancalli (Presidente Cip), Gianni Merlo (Presidente Aips) e Gianfranco Coppola (Presidente Ussi). A Gianluca Vialli è stata consegnata una opera d’arte realizzata dal pittore spezzino Nicola Perucca.

“Passione, impegno, generosità e voglia di non mollare mai – sottolinea Filippo Grassia - sono le caratteristiche che hanno contraddistinto Gian Luigi Corti, insieme a quei sogni che ne hanno sempre permeato gli orizzonti nello sport come nella vita. Queste caratteristiche ispirano la nascita del Premio “Un Cuore da Leone", per consegnare un particolare riconoscimento a chi non si arrende di fronte alle salite - anche quelle più dure - e che intravede sempre la possibilità di vincere una nuova sfida”.

Nel 2020 la Giuria ha esaminato e votato le “storie” di Gianluca Vialli, Monica Contrafatto, Gianmarco Tamberi, Vanessa Ferrari, Gregorio Paltrinieri e Viviana Bottaro. Sul gradino più alto del podio è salito proprio Vialli. “Campione in campo. Fuoriclasse nella vita”, spiega Gianfranco Coppola, riassumendo la motivazione del riconoscimento. “Vialli è esempio di coraggio, dignità e forza d’animo. Stimolo per tutti a dare quel qualcosa in più che consente di affrontare le sfide della vita. Dopo i tanti successi da calciatore e allenatore, maestro nel suo paese e nella patria dei Maestri, come amano autodefinirsi gli inglesi, certamente progenitori del football, si è fatto apprezzare anche nelle vesti di opinionista lucido, garbato e nello stesso tempo mai sdolcinato. Oggi nel ruolo di Capodelegazione della Nazionale conferma la sua straordinaria leadership fatta di cura dello spogliatoio, confermandosi grande esempio di coraggio, generosità, passione”. 

IL PREMIO

Un pallone, l’energia, il rettangolo verde che da sempre è casa. I colori del cielo che sembrano ricordare il suo amore per il blucerchiato. La 1° edizione del Premio “Un Cuore da Leone” è un dipinto realizzato da Nicola Perucca, pittore, illustratore e grafico nato a La Spezia nel 1962. Perucca ha al suo attivo numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Collabora con alcune gallerie d’arte che rappresentano il suo lavoro e con case editrici italiane. Ha illustrato e illustra libri di racconti e realizzato opere tematiche ed oggettistica artistica per aziende, enti pubblici, comuni, autorità portuali, gruppi teatrali. Vive e lavora alla Spezia.