Sport

La Sampdoria ha definito il passaggio di Wladimiro Falcone al Lecce, sulla base di un prestito con diritto di riscatto a 3 milioni e controriscatto a 4 milioni. In pratica, la società blucerchiata si riserva il controllo sul futuro del portiere romano, nella prospettiva di una eventuale cessione nella prossima estate del più giovane Emil Audero, nel caso pagando al Lecce un premio di valorizzazione di 1 milione.

Confermato Nicola Ravaglia come numero 22, serve un dodicesimo rodato e affidabile alle spalle dell'eroe del derby. Si era fatto il nome di... un altro Ravaglia, ovvero Federico in forza al Bologna e lo scorso anno al Frosinone. Un'altra pista porta a Simone Colombi, 31 anni, oggi al Parma e coprotagonista di un passaggio decisivo nella storia della Sampdoria: era tra i pali della Juve Stabia il 12 maggio 2012, nella gara vinta dai blucerchiati di Iachini grazie al gol dell'esordiente Icardi, e in quella stagione aveva soffiato il posto di titolare a un altro portiere poi entrato nell'orbita doriana, Andrea Seculin che fu "terzo" in blucerchiato nella stagione 2019/'20.

Nelle ultime ore, tuttavia, circola con insistenza il nome di un altro portiere già visto alla Sampdoria: Alberto Brignoli, oggi al Panathinaikos, terzo portiere blucerchiato e una presenza nella stagione 2015/'16, poi passato alla storia per il gol di testa al Milan durante l'esperienza tra i pali del Benevento.