CRONACA

Le sirene delle navi in porto hanno suonato alle 22.59

Torre Piloti, dopo 5 anni Genova ricorda i morti di Molo Giano

marted́ 08 maggio 2018
Torre Piloti, dopo 5 anni Genova ricorda i morti di Molo Giano

GENOVA - L'interminabile suono delle sirene delle navi in porto squarcia il silenzio di una notte umida e calda. Ore 22.59, stessa ora del tragico 7 maggio 2013. Cinque anni dopo il crollo della Torre Piloti Genova si ferma per ricordare i 9 morti sul lavoro.

A Molo Giano ci sono i familiari delle vittime, tanti marinai e gente di mare che lavorava fianco a fianco con quei ragazzi. Al fianco del comandante della Capitaneria di Porto di Genova Nicola Carlone e il comandante generale delle Capitanerie, Giovanni Pettorino, tutte le autorità, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, il sindaco Marco Bucci, il prefetto Fiamma Spena. E' a loro che i familiari delle vittime rivolgono un appello: una targa per ricordare la tragedia nel porto antico accanto all'Acquario.

"I nostri ragazzi non devono essere dimenticati". Toti e Bucci li rassicurano: "Lo faremo insieme". La commemorazione della tragedia provocata dall'urto della Jolly Nero contro la torre era iniziata con la messa nella piccola cappella della Guardia Costiera officiata dal cappellano militare: un momento di raccoglimento riservato a familiari e colleghi, ai soccorritori di quella tragica notte. Poi la mesta processione sino a Molo Giano. Sul molo la deposizione delle corone. Quindi il silenzio e le sirene delle navi che sembrano avvolgere Genova.

La procura ha aperto due indagini sul crollo: una sulla tragedia e sulle condizioni della nave, la Jolly Nero, che l'ha procurata, in cui sono stati condannati comandante, primo ufficiale e direttore di macchina e un pilota. L'altra inchiesta è stata aperta sulla posizione della Torre.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place