SALUTE E MEDICINA

Sanità, taglio del nastro per la 'Casa della salute' a Quarto

mercoledì 08 luglio 2020
Sanità, taglio del nastro per la 'Casa della salute' a Quarto

GENOVA - Taglio del nastro per la nuova Casa della salute della Asl 3 nel quartiere genovese di Quarto. Dopo la posa della prima pietra nel novembre del 2018, la struttura polifunzionale, all'interno dell'ex ospedale psichiatrico di Quarto, ha aperto le porte al pubblico lunedì mattina con 2.500 metri quadrati ristrutturati e destinati a servizi di assistenza sociosanitaria e attività specialistiche ambulatoriali, con una razionalizzazione dei servizi precedentemente attivi nella sede di via Bainsizza, in cui restano ancora alcune attività.

"È una promessa mantenuta, un recupero importante di un compendio della nostra città, una presenza territoriale della nostra medicina che ha passato un inverno e una primavera molto impegnativi ad affrontare il covid e che oggi sta tornando a operare sul territorio con tutte le prudenze del caso- commenta il governatore ligure, Giovanni Toti- questa Casa della salute, quella di Voltri e quella che stiamo costruendo in Valpolcevera sono tutte promesse mantenute a questa città e rappresenta la linea che, fin dall'inizio, abbiamo seguito con l'assessore Sonia Viale: rafforzare la medicina ospedaliera ma rafforzare anche la presenza sul territorio, con la filosofia di prendersi cura del cittadino e non solo curarlo".

I servizi sono integrati con le altre attività presenti nella "Cittadella della salute" sempre all'interno dell'ex manicomio: non solo presidio sociosanitari, come le aule per la formazione, il centro studi per l'inserimento lavorativo dei disabili, la Rsa psichiatrica, il centro disturbi alimentari e reparto speciale disabili, ma anche gli spazi per realtà socioculturali e associazioni del quartiere, come Quarto Pianeta, il Centro Basaglia e l'Istituto per le materie e forme inconsapevoli. "È un traguardo importante, raggiunto anche recuperando e riqualificando parte di una struttura architettonica di grande pregio, in passato in gran parte abbandonata- aggiunge la vicepresidente e assessore regionale alla Sanità, Sonia Viale- è una conquista sociale di un territorio e di una comunità, uno spazio in cui si realizza l'integrazione tra ospedale e territorio, per una sanità sempre più a chilometro zero, realmente vicina ai bisogni dei cittadini".

Altra novità, l'attivazione di una navetta gratuita "Salutebus", in collaborazione con Amt Genova, che da domani collegherà la Casa della Salute con il vicino ospedale pediatrico Gaslini, dal lunedì al venerdì, dalle 7 alle 14.30, con una frequenza di trenta minuti. "Il mio pensiero va alla gente di Quarto, alle associazioni, alle famiglie, ai pazienti e agli operatori di Asl 3 che ci hanno sempre sostenuto con forza e abnegazione- commenta Luigi Carlo Bottaro, direttore generale dell'Asl 3 Genovese- percheé questo risultato è il frutto della forza delle idee condivise e della determinazione. Festeggiamo questo grande risultato e continuiamo a lavorare nei padiglioni a fianco, che nei prossimi mesi ospiteranno i pazienti delle Rsa, in una sede nuova e funzionale". 

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place