MOTORI

Annullata la partecipazione di tutti i "pandini 4x4" italiani all'edizione 2020

Panda Raid 2020, Coronavirus blocca la partecipazione dei concorrenti italiani

di Enzo Branda

venerd́ 28 febbraio 2020



GENOVA - Le paure generate dai rischi di contagio da Coronavirus, costringe gli italiani a non prendere parte all'edizione 2020 del Panda Raid. Sono quaranta gli equipaggi con il Tricolore sulle portiere a non poter salpare per il Marocco, via Almeria da dove comunque la manifestazione partirà regolarmente il 6 marzo, e tenere i motori spenti delle loro Fiat Panda 4x4 nelle officine. Tra questi anche i team liguri di New Racing Genova e West Liguria Team.

Un vero peccato, un'occasione persa per dimostrare la validità e la competitività dei piloti genovesi e imperiesi nell'affrontare con l'iconica "pandina integrale" i tremila chilometri della maratona africana dove, nelle edizioni passate, hanno saputo conquistare piazzamenti anche entro la top five, su trecento e più piloti al traguardo di Marrakech.

Laconico ma esplicativo il comunicato pervenuto: "Già nei giorni scorsi - commenta laconicamente il pilota genovese Roberto Macconi - ci avevano fatto capire di non essere desiderati, poi è arrivata una mail che, in pratica, confermava tutte le problematiche che avrebbe potuto comportare la nostra eventuale partecipazione e, ovviamente, quella di tutti gli equipaggi italiani".

Sconsolato il sanremese Pino Fiore conferma che i sanremesi, come tutti gli italiani, hanno deciso di non partire, con dispiacere, ma ci invita a pensare che forse anche gli organizzatori non siano propriamente felici di dover rimborsare le iscrizioni.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place