SPORT

Inghilterra battuta ai calci di rigore

E' trionfo azzurro a Wembley, Italia campione d'Europa. Mancini: "Ragazzi meravigliosi"

di Andrea Popolano

domenica 11 luglio 2021



GENOVA - Cinquantatré anni dopo l'Italia è di nuovo Campione d'Europa. Gli Azzurri di Roberto Mancini conquistano il titolo Europeo battendo a Wembley l'Inghilterra ai calci di rigore. Quattro anni fa gli azzurri non si qualificarono al Mondiale in Russia, oggi sono sul tetto d'Europa merito del Ct Mancini e del suo staff che ha creduto dal primo momento in gruppo di giocatori, di ragazzi che non hanno mai mollato. Un percorso all'inizio apparentemente semplice poi i fatti hanno dato ragione agli Azzurri che passo dopo passo hanno vinto e convinto mostrando una grande solidità ma soprattutto una compattezza di gruppo unica. E anche con l'Inghilterra si è sofferto per i primi 25 minuti con l'Italia andata subito sotto dopo il gol di Shaw al secondo minuto. Poi la reazione, la difficoltà nel trovare gli sbocchi offensivi, Chiesa che si dannava in avanti, il pareggio di Bonucci, i supplementari, la sofferenza per le gambe pesanti e i padroni di casa che attaccavano e ancora i rigori, come 15 anni fa A Berlino. E anche questa volta dal dischetto arriva il trionfo Azzurro. Donnarumma para: L'Italia è sul tetto d'Europa.  

"Siamo stati bravi, abbiamo preso il gol subito ma abbiamo reagito, sono stati meravigliosi. Abbiamo vinto e giocato bene. Spero che tutti festeggino in Italia" ha commentato a fine partita Mancini. Proprio Mancini insieme a Giancluca Vialli e al suo team è il protagonista numero uno della rinascita Azzurra. L'onta della mancata qualificazione ai mondiali è definitivamente cancellata: ha creato un gruppo solidi, unito che ha remato isieme nella stessa direzione: superato il girone facilmente con Turchia, Svizzeria e Galles: tre vittorie su tre, poi l'Austria ai supplementari, il Belgio di Lukaku nei 90', quindi la Spagna ai rigori e ora anche l'Inghilterra, sempre ai rigori, battuta nel tempio di Wembley davanti a 57mila sufdditi della Regina. Per Mancini, Vialli e Lombardo una rivincita neanche troppo nascosta, un cerchio (personale) che si chiude.    

E in Italia parte la festa, caroselli e bandiere tricolore illuminano il Paese. A Genova piazza De Ferrari gremita per tra gioia di giovani e giovanissimi. I fuochi d'artificio dopo le polemiche del pre partiota, le strade che espodono di voia di stare insieme. Stesse scene che si ripetono uguali alla Spezia, Savona e Imperia. La Liguria festeggia gli Azzurri Campioni d'Europa.     

LA FINALE ITALIA-INGHILTERRA:

Le formazioni - Mancini conferma lo stesso undici iniziale sceso in campo per la semifinale contro la Spagna con Donnarumma tra i pali, in difesa Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, ed Emerson; Barella, Jorginho e Verratti in mediana e attacco con Chiesa e Insigne ai lati e Immobile al centro. Southgate sceglie Pickford tra i pali, Walker, Maguire e Stones in difesa; Trippier, Phillips, Rice e Shaw a centrocampo; Mount, Sterling a sostegno di Kane.

La partita - Pronto via e l'Italia va subito sotto. E' il 2' minuto quando Kane apre largo a destra per Tripper che controlla e fa partire un traversone, Di Lorenzo si perde la marcatura e sul secondo palo arriva Shaw che di prima intenzione conlcude forte sul prima palo, Donnarumma può solo guardare la sfera accarezzare il palo e infilarsi in rete. Gli Azzurri faticano terribilmente a contenere le offensive di Tripper e Kane. Per i primi 25 minuti azzurri spaesati e messi sotto dalla carica degli inglesi. Paura per Jorginho costretto a uscire per alcuni minuti dopo aver ricevuto una botta. Stringe i denti e poi rientra. Insigne prova dalla distanza più per convincere i suoi alla reazione che con reali intenzioni di impensierire Pickford. E una reazione si vede, aumenta il possesso palla e al 35' è Chiesa con una insistente azione personale a calciare verso la porta un rasoterra forte e teso: ma il bersaglio grosso è mancato di poco. Tanta corsa di Barella, Chiesa ed Emerson ma senza produrre grattacapi alla difesa inglese, anche la fase di pressione quando il possesso pallo è degli inglesi vede un'Italia scollagata nei movimenti. Immobile prova la girata ma è murato. I bianchi di Soutghate ripartono in contropiede: Kane, Sterling e Trippier sono una continua spina nel fianco di Chiellini e compagni. All'ultimo dei 4 minuti di recupero è Bonucci a provarci dai 30 metri ma la mira è completamente da rivedere. All'intervalla a Wembley Italia-Inghilterra 0-1.

Stessi ventidue in campo per la ripresa. Barella si guadagna subito il giallo per un fallo di Kane. Sterling si cimenta nei tuffi in area ma l’arbitro non si fa ingannare. Insigne su punizione dal limite non trova la porta. Ma l’Italia c’è, è trano Cristante e Berardi per Barella e Immobile con Insigne che si trasforma in punta. Ed è proprio Insigne a sfruttare una palla vagante in area e concludere da posizione defilata, ma il portiere inglese è attento e respinge. L’Inghilterra sembra l’Italia è si difende nella propria metà campo, gli azzurri fanno tanto possesso palla ma la manovra è lenta. All’ora di gioco Chiesa trova spazio in area e calcia basso, Pickford si distende e respinge. Un minuto e Donnarumma devia in angolo su Stones. Ma al 67' arriva il pari di Bonucci. Calcio d'angolo, palla a Verratti che colpisce il palo Bonucci si avventa come un falco e di prepotenza spedisce in rete. E' l'1-1. Gli Azzurri di Mancini ci credono. Berardi al volo in area spedisce alto. Chiesa dopo un affondo si fa male alla caviglia, prova a resistere ma poi si arrende, al suo posto entra Bernardeschi. Gli ultimi minuti l'Italia attacca ma senza creare occasioni. Si va ai supplementari.

I supplementari - Mancini decide che è arrivato il momento di Belotti che prende il posto di Insigne. Poco dopo entra anche Locatelli al posto di uno stanco Verratti. Senza Chiesa e Insigne l'Italia ha perso tanta della sua corsa ed estro nella metà campo offensiva. Emerson se ne va alla marcatura e mette in mezzo ma Bernardeschi prima e Belotti poi non riescono a buttarla dentro. Maguire è il primo ammonito tra gli inglesi. Punizione centrale ma forte di Bernardeschi con Pickford che para in due tempi. Brividi quando stones non arriva di testa per un pelo con Donnarumma che allontana e poi la difesa con fatica spedisce lontano. Jorginho piede a martello e giallo per lui. Si rivede Florenzi, entrano rigoristi per l'Inghilterra: Rashford e Sancho. La stanchezza si fa sentire e allora l'Europeo si deciderà ai calci di rigore.

I rigori - Berardi gol, Kane gol, Belotti parato, Maguire gol, Bonucci gol, Rashford fuori, Bernardeschi gol, Sancho parato, Jorginho parato, Saka parato

IL TABELLINO

GOL: 2' Shaw (In), 67' Bonucci (It)

AMMONITI: Barella (It), Bonucci (It) , Insigne (It), Chiellini (It) Maguire (In), Jorginho (It)

Italia (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson (118' 2ts Florenzi); Barella (54' Cristante), Jorginho, Verratti (96' 1ts Locatelli); Insigne (90' 1ts Belotti), Immobile (54' Berardi), Chiesa (85' Bernardeschi). Ct Mancini.

Inghilterra (3-4-2-1): Pickford; Walker (120' Sancho), Maguire, Stones; Trippier (70' Saka), Phillips, Rice (74' Henderson, 120' Rashford), Shaw; Mount (99' Grealish), Sterling; Kane. Ct Southgate.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place