CRONACA

Il bilancio: oltre 2250 positivi e 280 morti

Coronavirus in Liguria, il bollettino: torna a crescere il numero di contagiati giornalieri

giovedì 26 marzo 2020
Coronavirus in Liguria, il bollettino: torna a crescere il numero di contagiati giornalieri

GENOVA - Torna a crescere il numero dei contagiati giornalieri al Coronavirus in Liguria. Il nuovo aggiornamento dei dati spiega che sono 2262 le persone positive al Covid-19 in Liguria, 236 in più rispetto a ieri. (Il dato di mercoledì parlava di 162 contagiati in più in un giorno, mentre quello di martedì di 172 persone contagiate al girono). Ma si tratta di numeri legati al maggior numero di tamponi effettuati nelle ultime ore. 

Secondo i dati relativi ai flussi tra Alisa e il ministero, dei positivi totali, 1152 sono gli ospedalizzati, di cui 154 in terapia intensiva, sono al domicilio 873 persone (123 più di ieri), clinicamente guariti (ma restano positivi e sono al domicilio) 237. I guariti con 2 test consecutivi negativi sono 23, le persone decedute dall’inizio dell’emergenza sono 280 (26 più di ieri).

Il governatore della Liguria Giovanni Toti nella conferenza stampa serale ha fatto il bilancio dei tamponi eseguiti sul personale sanitario: "Su un totale di 1.170 tamponi fatto nel personale sanitario della città di Genova 110 sono risultati positivi". L'incidenza è del 9,4%, ha spiegato Toti, sottolineando anche i "picchi molto bassi" all'ospedale Policlinico San Martino dove l'incidenza è del 5,5%.

Toti ha poi spiegato che "atterrerà sabato a Malpensa il primo ordine di mascherine ordinate dalla Regione Liguria in Cina e negli Stati Uniti, pensiamo da lunedì di distribuirle alle Camere di Commercio per garantire la sicurezza nei cantieri e nelle attività aperte. Mercoledì sera è arrivato in Liguria un importante ordine di mascherine dalla Protezione civile nazionale, segno che la catena logistica allestita da Arcuri e Borrelli sta cominciando a funzionare, il carico ci ha consentito di distribuirle alle rsa, tra le più colpite sul territorio, alle pubbliche assistenze e ai farmacisti".

Un operaio del cantiere del nuovo Viadotto Polcevera è stato trovato positivo al Covid-19. L’uomo è in buone condizioni di salute e si trova ora in quarantena presso il suo domicilio. La procedura di controllo è partita immediatamente, appena l’uomo ha riscontrato i primi sintomi. La struttura commissariale informa che "si sta lavorando per ricostruire i contatti che lo stesso ha avuto sul luogo di lavoro prima della manifestazione dello stato febbrile, in modo da poter avvisare le persone che sono entrate in contatto con lui. Si proseguirà seguendo le indicazioni fornite dalla Asl, in accordo al protocollo di sicurezza nei cantieri".

IL BILANCIO DELLA LGURIA - I 1152 ospedalizzati sono così suddivisi:  Asl1 - 182 (21 in terapia intensiva), Asl2 - 163 (22 in terapia intensiva), San Martino – 265 (45 in terapia intensiva), Evangelico – 65 (8 in terapia intensiva), Galliera – 143 (16 in terapia intensiva), Asl3 Colletta di Arenzano/Gallino Pontedecimo – 12, Asl3 Villa Scassi – 139 (18 in terapia intensiva), Asl4 – 63 (9 in terapia intensiva), Asl5 - 120 (15 in terapia intensiva). Le persone in sorveglianza attiva sono 2272, così suddivise: Asl 1 - 631, Asl 2 - 529, Asl 3 - 325, Asl 4 - 297, Asl 5 - 490. 

NAVE LUMINOSA A SAVONA -  E' morto all'ospedale San Paolo di Savona uno dei 10 passeggeri contagiati da Coronavirus sbarcati da Costa Luminosa e ricoverati in Liguria. L'uomo, un cittadino israeliano di 84 anni, è deceduto stamani. Lo si apprende a margine della riunione dell'unità di crisi che sta gestendo gli sbarchi dalla nave da crociera. Secondo quanto appreso, sono 40 a ora i positivi al Covid-19 tra i 435 marittimi di nazionalità indiana, filippina e indonesiana per i quali è in corso lo sbarco protetto dalla nave.

Le persone contagiate saranno trasferite in una struttura privata fuori Liguria individuata da Costa Crociere mentre gli altri raggiungeranno le regioni da cui, nelle prossime ore, è prevista la partenza dei voli charter per il rientro nei paesi d'origine. "Sono in corso i tamponi per l'equipaggio che si trova ancora a bordo - spiega l'assessore alla protezione civile regionale Giacomo Giampedrone -. In questo modo faremo in modo che sulla Costa Luminosa rimanga poco più di un centinaio di persone negative al Coronavirus per poi procedere con la sanificazione della nave".

NUOVE TUTE E CASCHI AL SAN MARTINO - Sono arrivate nuove tute e caschi per il personale sanitario dell'ospedale San Martino di Genova impegnato nelle cure dei pazienti positivi al coronavirus (LEGGI QUI)

CAMBIA IL MODULO DELL'AUTOCERTIFICAZIONE - nel frattempo il ministro dell'Interno ha reso pubblico il nuovo modulo di autocertificazione da compilare per chi esce da casa per motivi di lavoro, salute o altre urgenze e necessità. si tratta della quarta versione uscita in poche settimane (LEGGI QUI).

LA NAVE OSPEDALE - Sono stati autorizzati e sono partiti i lavori per adibire altre 25 cabine della nave-ospedale Gnv Splendid al ricovero di pazienti affetti da coronavirus che necessitano di cure a medio-bassa intensita'. Lo conferma Asl3. Il traghetto, trasformato a tempo di record in nave-ospedale, ospita già 25 pazienti provenienti dagli ospedali genovesi (LEGGI QUI).

LA DOGANA DI GENOVA REQUISISCE 20 MILA MASCHERINE - I funzionari dell'agenzia delle Dogane di Genova hanno requisito 20.650 mascherine provenienti dalla Cina e dirette a un commerciante privato di Roma. Il carico è stato consegnato all'ospedale San Martino. I 23 pacchi con i Dpi erano arrivati con un volo a Malpensa. Da Milano erano stati caricati su un camion ed erano stati portati in un magazzino a Multedo per le procedure logistiche. Le mascherine sono state consegnate al Servizio Sanitario Regionale Ligure tramite la Protezione Civile.


Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place