CRONACA

Paita: "Facile prevedere che i problemi di viabilità si protrarranno ancora troppo a lungo"

Autostrade in Liguria, rischio più cantieri ad agosto: verso una nuova estate di caos

di Andrea Popolano

martedì 18 maggio 2021
Autostrade in Liguria, rischio più cantieri ad agosto: verso una nuova estate di caos

GENOVA - Un'altra estate di passione lungo le autostrade della Liguria a causa della presenza dei cantieri. E' questo il rischio concreto che la regione rischia di vivere nei prossimi mesi attesi come quelli della ripartenza dopo le restrizioni causate dal Covid. E' quanto emerso dalla commissione Trasporti che si è svolta alla Camera che ha visto al centro il tema della viabilità e dei cantieri lungo le autostrade della Liguria. Due situazioni: da un lato le attività di verifica e sicurezza di viadotti e gallerie, dall'altro la necessità di dare l'opportunità, in vista dell'estate, di potersi muovere in Liguria e permettere ai turisti e ai lavoratori di raggiungere la regione. A presiedere la commissione la presidente Raffaella Paita. Presenti in commissione anche il deputato Edoardo Rixi, responsabile nazionale della Lega, Manuela Gagliardi di Cambiamo, Luca Pastorino di Leu e l'ex sottosegretario ai Trasporti Roberto Traversi del M5s.

LE OPZIONI PER L'ESTATE - Il nodo sull'estate non è stato sciolto dal vertice che si è tenuto nel pomeriggio tra ministero, concessionario e Regione Liguria. Ma tutto è statai rimandato a ulteriori valutazioni. Tre ipotesi sul tavolo per il nuovo programma proposta da Autostrade per l'Italia e che dovrà essere affrontato nel dettaglio. La prima prevede l'assenza dei cantieri nei fine settimana ad eccezione del periodo tra il 9 e 22 agosto definito da Autostrade come un "potenziale periodo utile per accelerare alcuni cantieri". In questo caso dunque nei giorni e nelle settimane precedenti e successive a Ferragosto ci si troverebbe con i cantieri lungo le tratte autostradali.

La seconda ipotesi prevede di proseguire i lavori durante i giorni feriali anche in orario notturno per tutti i mesi di giugno e luglio. Infine l'ultima soluzione prevede che i lavori più complessi (demolizione e ricostruzione delle pareti delle gallerie) vengano eseguiti nel mese di agosto, in quella fascia di giorni ritenuta 'più leggera' sotto il profilo del traffico. In questo caso resterebbero i cantieri e gli scambi di carreggiata. Tra i lavori previsti per l'estate da Autostrade c'è anche il riposizionamento di circa 9 km di barriere fonoassorbenti abbassate tempo fa dopo che erano risultate non a norma. 

"Il quadro emerso attraverso le risposte rende evidenti che i lavori sono ancora indietro, è facile prevedere che i problemi di viabilità si protrarranno ancora troppo a lungo - spiega la presidente della commissione Trasporti alla Camera Paita - . Ho presentato una proposta di legge che prevede, nel caso in cui i rallentamenti dovessero protrarsi ancora, la sospensione del pagamento dei pedaggi per tutto il sistema autostradale della regione, fino al 31 dicembre 2021. Se approvata, la legge può offrire agli utenti il doveroso risarcimento per i disagi subiti".

"Una relazione con molte ombre e mancanze dal punto di vista dei contenuti - commenta Pastorino. Tra il 9 e il 22 agosto sono previsti cantieri e interruzioni anche nei fine settimana nella zona tra Genova Pra' e Genova Pegli, in piena estate e in pieno traffico da e verso la riviera. Mi sia consentito sollevare qualche dubbio, sembra che la programmazione sia stata improvvisata. Sugli interventi da fare la strada è ancora lunga, è necessario pretendere tempi e regole chiare".

IL PIANO DOPO IL VERTICE - Il vertice tra ministero, concessionario e Regione per ora ha confermato quanto già in atto negli ultimi due fine settimana con lo smontaggio fino al 15 giugno nei week end (dalle 14 del venerdì alle 6 del lunedì mattina) di tutti i cantieri rimovibili sulla rete autostradale ligure e il ripristino in via sperimentale nel prossimo fine settimana del 22 e 23 maggio del cantiere in galleria tra Genova Pegli e Genova Pra' sulla A10 su richiesta del ministero delle Infrastrutture e della concessionaria Autostrade (LEGGI QUI IL RESOCONTO DOPO IL VERTICE)E’ prevista una nuova riunione del tavolo di monitoraggio martedì 25 maggio per valutare gli esiti di questa riprogrammazione del cantiere ed eventuali interventi correttivi per il successivo fine settimana.

VIADOTTO VALLE RAGONE IN A12 - Al centro dell'attenzione della commissione anche la vicenda legata al viadotto Valle Ragone in A12. Autostrade per l'Italia garantisce che il viadotto è sicuro. "La famosa foto della pila non è lo stato del degrado ma lo stato dopo i lavori di preparazione per avviare i lavori di ripristino. Quella pila garantisce una resistenza pari al triplo delle sollecitazioni di progetto" spiega Autostrade. Di certo è che in tempi rapidi si è arrivati allo stop dei mezzi pesanti lungo il tratto autostradale interessato per permettere dei lavori sul viadotto. E non è certo l'unico ponte in Liguria che mostra crepe o problematiche di diverso tipo come sottolineato dal commissario Placido Migliorino (GUARDA QUI).  

"Siamo stati avvisati due ore prima del blocco ai tir e ci siamo trovati di colpo invasi dai mezzi pesanti con gravi disagi e danni alla viabilità comunale. Serve programmazione" a ribadirlo in commissione Trasporti il sindaco di Sestri Levante (Genova) Ghio e la vicesindaco di Lavagna (Genova) Covacci. "Lo stupore per il blocco improvviso dopo che per tanti mesi e dopo tante sollecitazioni avevamo indicato ad Aspi possibili problemi al viadotto e avevamo ricevuto sempre risposte rassicuranti". Il blocco ai tir tra le due località ha costretto i mezzi pesanti a transitare lungo le vie cittadine per diversi giorni. "Si sono formate colonne di tir tra le piccole strade delle nostre città - ha detto Ghio - con i disagi legati all'inquinamento e all'ingombro". Entrambe le amministratrici hanno riferito di danni al manto stradale, ai tombini e ai cordoli provocati dai passaggi dei tir.

I CONTROLLI SU VIADOTTI E GALLERIE AUTOSTRADE - La presidente della Commissione Paita ha chiesto in maniera decisa ai vari concessionari numeri e specifiche della situazione di viadotti e gallerie della Liguria in modo da sapere quanti e quali rispettano le norme delle linee guida previste dal ministero. Per quanto riguarda i tratti gestiti da Autostrade per l'Italia. In Liguria il concessionario ha in gestione 508 viadotti e fino a oggi ha eseguito "verifiche di sicurezza in base alle nuove norme del ministero del 2020 su 188 viadotti". Mentre la sorveglianza annuale sarebbe stata eseguita sul 100% dei viadotti.

"Prima Autostrade dice in audizione che tutti i viadotti sono assolutamente sicuri in Liguria, poi incalzato ammette che sono stati verificati solo 188 viadotti su 508. Una mancanza di chiarezza che irrita ulteriormente i liguri. Un modo di operare che non possiamo accettare. Se da un lato servono norme per il periodo transitorio dalle vecchie alle nuove regole, dall'altra parte ci aspettiamo meno arroganza e una maggiore trasparenza. Nel frattempo i liguri continuano a pagare un prezzo altissimo in termini di sicurezza e di economia" ha commentato Rixi. Per quanto riguarda le gallerie gestite da Autostrade il concessionario spiega che entro il 2022 verranno controllate tutte secondo le nuove normative ministeriali.

I CONTROLLI SU GALLERIE E VIADOTTI SALT - Per le gallerie sotto gestione Salt (A12 e A15) è stato ribadito dal rappresentante del concessionario che i lavori saranno completati entro luglio. Mentre per quanto riguarda i viadotti sono stati oggetto di manutenzione ordinaria o straordinaria e che è stato verificato il 30% senza rilevare problematiche. Resta però da controllare il restante 70%.

I CONTROLLI SU VIADOTTI E GALLERIE AUTOFIORI - Il concessionario Autofiori controlla invece la A10 nel tratto a Ponente e la A6. In quest'ultimo caso circa 50 viadotti sono stati valutati in una situazione di 'intransitabilità', situazione che, secondo le linee guida del ministero, impone lavori entro 5 anni. I lavori nelle gallerie invece dovrebbero terminare entro il 2022-2023. In A10 invece non risultano situazioni di non adeguatezza per quanto riguarda i viadotti mentre per le gallerie le operazioni di verifica sulle condizioni dovrebbe terminare entro il 2024-2025. 

A META' LUGLIO APERTURA CASELLO CEPARANA SU A12 - Per quanto riguarda il concessionario Salt sulla tratta A12 tra Sestri e La Spezia è stato confermato il completamento delle opere civile da Brugnato a Santo Stefano-La Spezia con la fine dei cantieri nello scorso fine settimana. Iniziati i lavori a Ceparana: "Dovremmo riuscire a rendere agibile il casello entro la metà del mese di luglio" spiega il responsabile di Salt. I lavori resi necessari dopo il crollo del ponte di Albiano.

AUTOFIORI A10 e A6 - Fino a fine luglio nei fine settimana dovrebbe essere sempre rimosso lo scambio di carreggiata per i lavori sulla galleria Rocca Carpana in direzione Francia all'altezza di Finale Ligure. Per quanto riguarda la A6 in direzione Torino i lavori sulla galleria Dei Passaggi II tra Savona e Altare la strettoia con unica carreggiata è stata rimandata a settembre.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place