CRONACA

Per le auto bloccate è intervenuta la protezione civile

Allerta prolungata in Liguria, Tir bloccati da neve e ghiaccio: autostrada in tilt

venerdì 04 dicembre 2020

GENOVA - Mezzi pesanti completamente bloccati, viabilità autostradale letteralmente in tilt. La neve e il ghiaccio hanno fermato la Liguria per almeno otto ore. Una situazione che ha coinvolto tutte le autostrade della regione.  La situazione più critica sulla A7 a Busalla. Autostrade per l'Italia ha imposto il blocco temporaneo dei mezzi pesanti su A7 e A26. Disagi anche in A6 e A10 oltre ad allagamenti segnalati in A12.

Sui tratti appenninici di A26 e A7 il traffico è stato regolato per ridurre il numero di veicoli in transito in corrispondenza dei punti maggiormente interessati dalla neve spiegava in una nota Autostrade. Di fatto circolazione alternata tra A26 e A7. Poi dal pomeriggio il blocco totale della A7.  

La neve, il ghiaccio e i mezzi pesanti impossibilitati a muoversi hanno bloccato totalmente la viabilità, una paralisi generale. Il blocco temporaneo ai caselli autostradali ha avuto pesanti ripercussioni sulla viabilità di Genova e le strade extraurbane (LEGGI QUI). La Città Metropolitana di Genova già nel corso della mattinata ha aperto l'unità di crisi mentre il tavolo emergenza della Prefettura ha richiesto l’intervento della Protezione civile regionale per fornire supporto alle persone rimaste bloccate in autostrada, soprattutto per quanto riguarda il tratto della A7 attorno a Busalla e sulla A10.

La protezione civile della Liguria è intervenuta con tre squadre da sei persone ciascuna sull'A7. Le squadre shanno portanto coperte, bevande calde e cibo (LEGGI QUI). Invitati tutti a procrastinare le partenze e comunque a non prendere l'autostrada. Lamentele da parte di molti camionisti per le poche informazioni ricevute (LEGGI QUI).  A tarda mattinata Autostrade informa che sono 500 i mezzi spargisale e spazzaneve e 700 gli addetti alla viabilità attivi nelle tratte autostradali tra Liguria, Piemonte e Lombardia. Nel mentre però tutti fermi, tutti bloccati. Compresi i nostri inviati (LEGGI QUI).

Solo qualche minuto prima delle 19 la situazione sulla A7 si è sbloccata e dopo un inferno durato otto ore tutte le auto e i camion hanno ripreso la via di casa. Una giornata da incubo come testimoniato da tantissimi automobilisti rimasti in attesa di un segnale o un'informazione sulla situazione che stavano vivendo (GUARDA QUI).  

TOTI: QUANTO SUCCESSO INACCETTABILE - "Quello che è successo oggi sulle autostrade liguri è inaccettabile. Però quanto di competenza di Regione Liguria è stato svolto con accuratezza, precisione e tempestività" ha detto il governatore Giovanni Toti intervenendo sulle chiusure in autostrada durante l'allerta neve spiegando di aver sollecitato Autostrade per l'Italia a dare una spiegazione sull'accaduto. Il sindaco di Genova Marco Bucci ha sottolineato come l'impoegno in città sia stato massimo per cercare di limitare i disagi e che serve una migliore comunicazione per informare e bloccare i mezzi pesanti di fronte a una situazione del genere (che potrebbe ripetersi nella gironata di sabato) ed evitare che tir e camion siano costretti a stare in città intasando il traffico.   

I SINDACATI CONTRO AUTOSTRADE - Vista la situazione verificatasi è arrivato un duro attacco da parte dei sindacati di categoria nei confronti di Autostrade. In una nota firmata da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti Liguria si legge: "Oggi si è consumata l’ennesima vergogna sulle autostrade liguri. Nonostante i ripetuti avvertimenti circa il peggioramento delle condizioni atmosferiche, le Autostrade liguri, ancora una volta, si sono ritrovate all’appuntamento completamente impreparate. Autostrade continua a non garantire la sicurezza per chi transita sulla rete ligure e sicuramente si auto assolverà anche in questa circostanza. Filt Cgil Fit Cisl Uiltrasporti, in virtù del fatto che tali situazioni possono creare situazioni di pericolo per tutti gli utenti che transitano sulla rete ligure chiedono alle autorità preposte di vigilare sull’operato di Autostrade".

L'ALLERTA METEO - Intanto l'ondata di maltempo con l'allerta meteo per neve e pioggia non accenna a fermarsi. L'Arpal, valutato l'ultimo bollettino ha prolungato l'allerta meteo. Allerta meteo gialla per pioggia e temporali fino alle 23.59 del 4 dicembre, da Spotorno a Camogli, Val Polcevera e alta Val Bisagno. Fino alle ore 16 del 5 dicembre da Portofino alla Spezia, in Valfontanabuona e Valle Sturla. Allerta arancione per neve fino alle 23.59 del 4 dicembre in Val Bormida, Valle Stura e Valle dell'Orba. Allerta gialla per neve fino alle 23.59 del 4 dicembre in Valle Scrivia, Val d'Aveto, Val Trebbia. Allerta gialla per neve dalle 12 alle 23.59 del 5 dicembre in Valle Stura, Val Bormida, Valle Scrivia, Val D'Aveto, Val Trebbia.

CLICCA QUI PER LEGGERE E SCARICARE IL BOLLETTINO METEO DI ARPAL SULLE AUTOSTRADE PER LE PROSSIME ORE

STRADE EXTRAURBANE - Resta con l'allerta meteo in atto, la chiusura della strada del Turchino all'altezza della località Gnocchetto. L'unica alternativa è l'autostrada che subisce però le conseguenze dei blocchi autostradali. La A6 Savona-Torino è stata interdetta ai mezzi pesanti tra Savona e il bivio per Ceva. In mattinata a causa del maltempo chiusura anche della Cadibona con la strada rimasta bloccata per via di alberi finiti sulla carreggiata. La strad è statapoiriaperto. Qui l'auto di due agenti della polizia locale di Savona è stata colpita da un albero (CLICCA QUI). Solo nel pomeriggio la neve ha calato l'intensità e il tratto è stato riaperto. Ma una nota del concessionario avverte il pericolo di possibili gelicidi durante la notte. A quel punto scatterebbe nuovamente il blocco.

Sulla rete viabile provinciale genovese chiusa la SP72 di Alpepiana e la SP73 del Faiallo a causa delle insistenti precipitazioni nevose. Sulla SP75 del Penna si registrano precipitazioni nevose molto intense sopra i 1.000 metri ed è in corso lo sgombero della neve. In Valle Scrivia e Valle Stura è segnalato nevischio ed i mezzi spargisale dell'ente stanno operando sulle provinciali interessate (CLICCA QUI). Neve nell'entroterra di Savona, a Carcare, in Valbormida, Valle Stura e Valle dell'Orba. Precipitazioni nevose anche a levante in Valle Scrivia, Val d'Aveto, Val Trebbia. Nello spezzino chiusa la strada della Ripa. 

DISAGI AL TRAFFICO FERROVIARIO - Ma non sono solo le autostrade a subire i danni del maltempo. Anche la circolazione ferroviaria sta risentendo di diverse problematiche collegate con l'ondata di pioggia e neve che sta investendo la Liguria. Traffico rallentato dalle 12 sulla linea Torino - Genova via Busalla a causa del danni provocati dal maltempo. La linee Torino - Savona e Alessandria - Savona via Ferrania ha subito la riprogrammazione delle corse a causa di un guasto alla linea.

LE PREVISIONI METEO ARPAL:

SABATO 5 DICEMBRE - Nelle prime ore della notte residue precipitazioni anche associate a rovesci sul Centro-Levante; al mattino temporanee locali schiarite a Ponente, ancora coperto con deboli piogge sparse a Levante; nel pomeriggio cielo generalmente molto nuvoloso con precipitazioni diffuse e rovesci anche moderati sul Centro, in estensione a Levante in serata; nevicate sui versanti padani di Centro-Levante e aree interne tra savonese e ponente genovese con quota neve in calo fino a 200-300 m. Venti: forti settentrionali sul Centro-Ponente, in prevalenza moderati o localmente forti dai quadranti orientali a Levante. Mare: nelle prime ore mare agitato per onda da sud, sudovest sul Centro-Levante con residue mareggiate, in successiva scaduta nel pomeriggio fino a molto mosso; localmente agitato a Ponente al mattino in calo a molto mosso.

DOMENICA 6 DICEMBRE - Al mattino molto nuvoloso sul Centro-Levante con residue piogge e locali rovesci, in esaurimento; maggiori schiarite a Ponente. Nubi in temporaneo diradamento nel pomeriggio lungo la costa con qualche schiarita sul Centro-Ponente, addensamenti anche compatti sui versanti padani, specie di Centro-Levante. Nuovo aumento della nuvolosità in serata su tutte le zone. Venti: settentrionali al mattino, localmente forti sul Centro-Ponente, tra deboli e moderati altrove; tendenza a rotazione dai quadranti meridionali nel pomeriggio con rinforzi fino a moderati. Mare: tra mosso e molto mosso.

TENDENZA PER LUNEDI' 7 E MARTEDI' 8 DICEMBRE - Lunedì tempo variabile con un temporaneo miglioramento delle condizioni. temperature in aumento e vento di burrasca. Per la giornata di martedì nuovo peggioramento con piogge anche di intensità moderata, temperature stazionarie mentre i venti passeranno a moderati.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place