Cronaca

Il caso sta facendo discutere
1 minuto e 12 secondi di lettura

Non è ancora stata fissata la data del funerale di Don Teodolindo Antinori, ex vice parroco della Basilica di San Maurizio deceduto all'ospedale di Imperia lo scorso sabato 6 luglio. La Procura di Imperia ha infatti avviato un indagine per fare chiarezza sulle cause del decesso disponendo l'esame autoptico sulla salma.

Una vicenda che sta facendo molto discutere in città e dalla quale emergono dettagli particolari.

Don Teo pare avesse un patrimonio sui 500 mila euro e negli ultimi anni era stato avvicinato da numerose persone provenienti anche dal mondo ecclesiastico. Ma date le sue condizioni psico-fisiche e, non meno importante, diverse denunce/esposti sulla gestione delle sue proprietà la Procura ha optato per la nomina di un amministratore di sostegno. 

Dalle indagini sono poi emersi numerosi testamenti redatti da Don Teo, annullati dallo stesso poco dopo, e un lascito alla Curia per la realizzazione di una Chiesa. Dei vari papiri solo uno, quello scritto nel 2023, sembra essere ritenuto ufficiale ovvero quello in cui Don Teo, pare, non volesse lasciare nulla a nessuno.

La procura di Imperia in queste ore sta cercando di capire, dal momento in cui le condizioni di salute del viceparroco non erano così gravi da presagire il decesso, cosa effettivamente sia successo. Dal referto la morte sarebbe sopraggiunta a causa di setticemia.

Va ricordato che negli ultimi due anni Don Teo era stato ospite di diverse strutture di riposo tra Imperia e Sanremo passando attraverso il dianese e l'entroterra imperiese.

 

ARTICOLI CORRELATI

Lunedì 08 Luglio 2024

Imperia: muore in ospedale ma la Procura blocca il funerale di Don Teo

I pm vogliono approfondire le cause del decesso avvenuto sabato 6 luglio