Attualità

Come comportarsi quando si avverte una scossa di terremoto? La paura è tanta, soprattutto quando si tratta di eventi con magnitudo superiore ai 4 gradi della scala Richter, come quello che giovedì 22 settembre ha colpito la Liguria con epicentro a Bargagli.

Ma contrariamente a quanto si potrebbe pensare, in casi come questo non è necessario catapultarsi fuori casa. Se si è all'interno, meglio raggiungere un luogo protetto e attendere la fine della scossa. 

Le regole di comportamento le racconta a Primocanale il sismologo e primo ricercatore dell'Istituto nazionale geofisica e vulcanologia Stefano Solarino.

"In casi come l'ultimo terremoto non si fa niente: ci si protegge cercando di ripararsi sotto braghettoni di porte, angoli o muri portanti, angoli delle case, sotto un tavolo. Questo per evitare che la caduta di oggetti ci colpisca, soprattutto in casi in cui il terremoto non fa danni e non crea distruzione ma può far cadere cose".

"Ci si protegge e alla fine dell'evento con la maggior attenzione possibile si guadagna l'uscita aspettando di capire cosa è accaduto ed eventualmente chiedendo l'aiuto delle forze di protezione civile per fare una analisi dell'edificio e vedere se è ancora abitabile", spiega il sismologo. 

Importante inoltre è non usare gli ascensori e le scale. Dopo la scossa poi, meglio non accendere fornelli prima di aver verificato che non ci siano fughe di gas o principi di incendio. Ancor meglio, spegnere gli interruttori generali di gas ed elettricità.

 Cosa fare invece se ci si trova all'aperto? Durante la scossa, meglio allontanarsi da alberi e lampioni e ancora non sostare vicino agli edifici per evitare di essere colpiti da oggetti come pezzi di cornicioni o insegne. Se si sta viaggiando in auto, meglio fermarsi nella prima area libera e attendere che la scossa passi.

E dopo la scossa? Solo a scossa passata si consiglia di uscire dall'edificio, sempre senza usare gli ascensori. Restare all'aperto lontani da luoghi pericolanti, cercare di usare il meno possibile il cellulare per non causare intasamento alle linee, se possibile non usare l'auto per evitare problemi al traffico in caso ci fosse necessità di soccorsi. 

ARTICOLI CORRELATI

Venerdì 23 Settembre 2022

Terremoto a Genova, il sismologo: "Nuove scosse? Possibili ancora per giorni ma più soft"

Il primo ricercatore dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia Stefano Solarino fa il punto della situazione: "Possibili scosse ancora per alcuni giorni. Stiamo registrando discesa della magnitudo"
Venerdì 23 Settembre 2022

Genova, leggere scosse di terremoto nella notte: treni tornati regolari

Alle 00,48 registrata una scossa di 2.3 a Bargagli sentita anche nel capoluogo ligure. Nessun danno grave rilevato agli edifici e nessun intervento da parte del personale sanitario
Giovedì 22 Settembre 2022

Terremoti in Italia, l'esperto: "Scosse in Liguria, Sicilia e Marche non correlati"

ITALIA - Non ci sarebbe alcun nesso fra il terremoto di magnitudo 4.1 registrato in Liguria e le altre scosse che hanno colpito le Marche (3.9) e la Sicilia nella zona dell'Etna (3.6). Secondo il sismologo Carlo Meletti della sezione di Pisa dell'Ingv 8istituto nazionale di geofisica e vulcanologia)