Meteo

LIGURIA - Cielo nero squarciato da lampi e tuoni, poi alle 6 la pioggia ha iniziato a cadere copiosa su Genova e alle 7 il maltempo si è abbattuto in particolare su Chiavari, Lavagna e Sestri Levante, con una tromba d'aria che ha provocato alcuni disagi e una forte grandinata. la Liguria si risveglia in allerta meteo gialla per temporali, allerta iniziata alla mezzanotte e che - secondo il bollettino emesso da Arpal - dovrebbe terminare attorno alle ore 15 su tutta la regione. Tra le 7 e le 8 della mattina si sono registrati 20 millimetri di pioggia in 5 minuti. Sulle alture di Genova sono caduti fino tre cm di pioggia in pochi minuti. In alcune frazioni dello spezzino la grandine ha rotto vetri delle case, distrutto alberi da frutto, orti e coltivazioni. Secondo le osservazioni Arpal alcune celle temporalesche stanno risalendo dal mare verso la Liguria di Centro Levante, in direzione dello spezzino. 

Maltempo, a Lavagna le cabine sulla ferrovia per una tromba d'aria - I VIDEO E IL PUNTO SUI TRENI

FERROVIA IN TILT - I danni più gravi sono stati causati da una tromba d'aria marina che ha scoperchiato i bagni Ziki Paki riversando diversi materiali sulla linea ferroviaria: dalle 7:10, invece il traffico è sospeso tra Chiavari e Sestri Levante per guasti e danni alla linea causati dal maltempo a Lavagna. I treni Alta Velocità, InterCity e Regionali possono registrare maggiori tempi di percorrenza fino a 180 minuti, diversi i treni cancellati. Attivo il servizio sostitutivo con bus tra Chiavari e Sestri Levante e per altri convogli regionali. La linea resta interrotta entrambi i sensi per forte mareggiata e trombe marine che hanno depositato detriti sui binari. Linea elettrica disalimentata per ripetute scariche atmosferiche. Si prevedono tempi di ripristino non immediati. In corso l'intervento dei tecnici di Rfi e dei Vigili del Fuoco. "Fortunatamente al momento nessuna persona risulta ferita. Vi tengo aggiornati e come sempre potete seguire le notizie in tempo reale sui canali social di Regione Liguria", scrive nelle sue pagine social il presidente della Liguria, Giovanni Toti

Grandine e trombe d'aria, il Tigullio fa già la conta dei danni del maltempo - IL BILANCIO

LA CONTA DEI DANNI NEL TIGULLIO - Grandine e tromba d'aria anche a Sestri Levante, con tetti di lamiera, rami e tetti di alcune case rotti o divelti: diversi gli stabilimenti balneari interessati dai danni come la passeggiata"Ci stiamo attivando per richiedere lo stato di calamità data la straordinaria entità dei danni". Così la sindaca di Sestri Levante Valentina Ghio sul suo profilo Facebook che chiude lanciando un appello in considerazione dello sviluppo meteo: "In arrivo nuova tromba d'aria, vi chiedo di non uscire e stare lontano dal fronte mare fino al termine del temporale". Almeno 15 abitazioni hanno registrato danni importanti alle coperture. Gli interventi sono ancora in corso e la situazione è in aggiornamento. Dalle prime informazioni si registrerebbero anche due o tre feriti lievi, sempre a Sestri Levante. Diversi danni anche a Cogorno, con molti alberi caduti. I pompieri confermano tanti interventi nel Tigullio, tanto che hanno chiesto ai colleghi della Spezia una mano, ma anche nello spezzino ci sono molte chiamate legate ai danni alle coltivazioni. Anche a Paggi, frazione di Carasco, tanti alberi caduti che hanno anche bloccato delle strade provinciali. 

GLI SFOLLATI - Nel comune di Cogorno il forte vento ha scoperchiato alcune abitazioni e sono state evacuate 4 famiglie residenti in via Costa dei Landò mentre la stessa sorte è toccata anche a una famiglia di sei persone evacuata a Lavagna per lo stesso motivo.

Maltempo: nel Tigullio 5 famiglie sfollate, nello spezzino black out elettrico e idrico - LA SITUAZIONE

NELLO SPEZZINO - Tromba d'aria anche a Riomaggiore. Distrutte diverse coltivazioni. A Ortonovo, vicino a Luni, sono segnalate case scoperchiate, black out elettrico e idrico: sono cadute anche le linee telefoniche. A Sarzana un violento temporale ha fatto cadere alberi e tralicci con danni a autovetture e edifici, chiusa a Marinella la via litoranea. Dalle prime ore di questa mattina sono attive le squadre della Protezione civile, la polizia locale e i vigili del fuoco.

QUESTA MATTINA - Segnalati disagi in autostrada e sulla linea ferroviaria a causa del maltempoUna pianta è caduta sulla autostrada A12, provocando code tra Rapallo e Lavagna di 2 km per "recupero materiali dispersi": a causa del maltempo, un arbusto è caduto sul manto stradale, fortunatamente senza provocare danni o altri smottamenti. Entrata consigliata verso Livorno: Lavagna. Uscita consigliata provenendo da Genova: Chiavari. Ma la situazione si è risolta attorno alle ore 8:30. 

LA PERTURBAZIONE - La pioggia era annunciata da alcuni giorni ed è il frutto del passaggio di una perturbazione atlantica che investirà tutto il Nord d'Italia, proveniente dalla Francia. Alcuni scrosci si sono registrati già nelle ultime ore della notte tra Savona e l'estremo ponente genovese, poi il maltempo ha investito anche il capoluogo e parte del Tigullio: proprio nel Tigullio ha colpito più forte. Spezzino, invece, asciutto, dopo le piogge della scorsa serata. I fenomeni si intensificheranno dalle prime ore della mattinata con temporali in estensione da Ponente verso Levante; saranno forti, localmente molto forti o organizzati, soprattutto sul Levante della regione. Da segnalare che le precipitazioni saranno accompagnate da attività elettrica, da possibili grandinate, colpi di vento con raffiche particolarmente intense e trombe marine. Dal pomeriggio i fenomeni si attenueranno parzialmente ma saranno ancora possibili temporali localmente forti; residue precipitazioni sono attese anche nella prima parte di venerdì. 

OCCHIO AL VENTO - Segnalate ingenti raffiche che si sono abbattute non soltanto sulla costa del Levante, ma anche nell’interno al lago di Giacopiane 120 km/h, a Terrafresca alle spalle di Sori in provincia di Genova 80 km/h, mentre al Porto Antico si sono toccati i 61 km/h.

LA SITUAZIONE A PONENTE - Nell'imperiese picco massimo di precipitazioni si è registrato a Poggio Fearza con 15 millimetri dall’inizio delle piogge di ieri, seguito da Castelvittorio e Col di Nava con 13,8 mm, Triora 13,4, Pieve di Teco, con 12,4 mm e Pornassio con 12. Quindi Colle d’Oggia con 11,8, Rocchetta Nervina e Ceriana 11, Pigna 10,6, Ranzo 9,2. Sulla costa troviamo Ventimiglia con 7 millimetri, Sanremo 6,4 e Imperia 4,2. Precipitazioni quindi non eccessive e che, comunque, proseguiranno anche nel corso della giornata, quando sono previsti passaggi nuvolosi e nuovi temporali.