Sport

Primo punto per Shevchenko nella sua avventura al Genoa in casa dell’Udinese che festeggiava i suo 125 anni di storia. Niente festa per i friulani e un brodino per il Grifo che potevano vincerla ma anche perfetta. Sullo 0-0 finale pesa però la mancata espulsione di Molina, già ammonito nel primo tempo, in avvio di ripresa. Un clamoroso errore del direttore di gara Meraviglia che ha penalizzato i rossoblu. Sheva rispetto al match con la Roma cambia solo un interprete: c’è Bianchi in attacco con Ekuban e non Pandev.

Per il resto tutti confermati compreso Sabelli sulla destra nel 3-5-2. Schema identico per Gotti che in avanti presenta Beto - Deulofeu - Pereyra. Gara molto equilibrato con tensione evidente per l’importanza della sfida vista la classifica. Genoa comunque che inizia bene anche se fatica a trovare im tiro. Ci prova Badelj fuori e una punizione di Rovella alta. L’Udinese fatica, la difesa rossoblu tiene con Sirigu che interviene solo di corner respingendo. Padroni di casa che perdono al quarto d’ora Pereyra per un problema alla spalla. Entra Pussetto e tatticamente non cambia niente. Rossoblu che rispondono con Cambiaso che impegna Silvestri con un interessante traversone. Friulani che dopo la mezz’ora prendono metri e si fanno insidiosi con un tiro cross che spaventa tutti e poi con una conclusione di Wallace controllata da Sirigu. Il finale invece è tutto per Sturaro e compagni e al 42’ arriva l’unica palla gol della partita: Rovella per Ekuban che fa il movimento giusto e poi salta Becao è ha la porta spalancata ma il tiro esce di pochissimo.

Occasione buttata via. Si va al riposo così. Genoa ben organizzato che ha tenuto bene il campo ma le assenze di Destro e Caicedo davanti si fanno sentire. Nella ripresa i bianconeri presentano Samardzic per Nuytink. Pronti, via Molina già ammonito rifila un calcio e a Rovella ma l’arbitro Meraviglia incredibilmente non ammoniscia ancora il giocatore è così non c’è l’espulsione. Pochi minuti dopo Molina viene sostituito da Perez mentre Arslan lascia il campo a Makengo che viene subito ammonito. Sheva risponde con Ghiglione per Sabelli. Ultima mezz’ora con formazioni molto contratte. L’Udinese trova un varco con Udoge che tira lontano dai pali. Bianconeri più grintosi e Sirigu impegnato due volte al 70’. Cambi tra il Grifone. Pandev ed Hernani per Bianchi e Badelj. Hernani si fa male dopo otto minuti ma resta in campo. A dieci minuti dal termine palla gol per Beto ma il suo tiro viene deviato sul palo da un miracoloso intervento di Cambiaso. Il Genoa risponde con Ghiglione con Silvestri che devia il pallone. Forse poteva servire Pandev meglio piazzato.

Gotti butta nella mischia Success per trovare la rete decisiva, spazio a Traore per Sheva per uno Sturaro stremato. Sei minuti di recupero in cui c’è un gol annullato per netto fuorigioco all’ Udinese. Non succede più nulla. Pareggio che serve soprattutto per il morale in casa di una diretta concorrente per la salvezza. Benissimo la difesa, Cambiaso e Rovella ma tutta la squadra ha lottato. Ora il Milan al Ferraris.

ARTICOLI CORRELATI

Domenica 28 Novembre 2021

Primo punto per Sheva, Udinese-Genoa finisce 0-0

  Primo punto per Shevchenko alla guida del Genoa. La trasferta di Udine non regala grandi emozioni ma lo 0-0 finale permette al tecnico ucraino di tornare a casa con i primi punti in classifica. Un Genoa falcidiato dalle assenze che porta a casa un punto prezioso per la classifica. Una partita bru