Sport

MONDO - Dopo il recentissimo acquisto della società sportiva brasiliana del Vasco da Gama da parte del fondo americano 777 Partners, detentore già delle quote di Genoa e Siviglia, l'americano Josh Wander ha parlato dell'operazione in un'intervista rilasciata ai microfoni della rete brasiliana ge.globo, commentando anche la situazione in cui naviga attualmente la squadra rossoblù genovese: "E' possibile che quando acquisti una squadra di calcio, tu venga retrocesso e i risultati non siano quelli che ti saresti aspettato, ma questo non è esattamente il nostro obiettivo. Il nostro focus è su un progetto a lungo termine: costruire il club affinché sia sostenibile in Serie A per i molti anni a venire."

"Negli ultimi mesi - ha aggiunto Wanders - "oltre al capitale che abbiamo messo a disposizione per il business, abbiamo cambiato la gestione, cambiato la strategia, cercato nuove tattiche, costruito le fondamenta di un business che prima non esisteva. Tutti questi mattoni ci aiuteranno nella squadra di calcio e nella fanbase, negli anni che verranno. L’azienda sarà in una posizione in cui potrà sostenersi senza capitale aggiuntivo e questa è davvero la cosa più importante. Costruire un modello di business sostenibile, in cui la squadra possa vincere. Questo è precisamente ciò che ci piacerebbe fare anche in Brasile”.

Una delle strategie sportive di cui ha parlato Wanders al Genoa, è stata quella di svecchiare la rosa del Grifone: Il Genoa aveva una rosa anziana, quindi per noi era importante ridurne l’età. Abbiamo ritenuto che questo fosse fondamentale per il valore e lo sviluppo dei giocatori. In generale, la risposta è che ci piace l’idea di costruire attraverso le academy, non solo la prima squadra. Sarà importante per noi creare strutture di academy con basi solide anche al Vasco e in tutti i club che abbiamo. Sviluppare i giovani è davvero importante, è anche sostanzialmente più economico”.