Sport

GENOVA - I bonus sono finiti. Le altre corrono. Soprattutto l'inattesa vittoria del Cagliari con l'Atalanta ha reso meno esaltante il buon pareggio del Genoa a Roma. Certo, la prestazione con i giallorossi non si cancella, ma la classifica è proprio brutta. Di positivo che almeno la squadra con Blessin in testa e con il suo capitano Sturaro, non hanno venduto fumo. Entrambi hanno dichiarato che la strada per la salvezza è tutta in salita e che occorre fare di più rispetto pure al match coraggioso dell'Olimpico.

Il Genoa è al bivio: domenica con la Salernitana è un match da dentro o fuori. Serve solo vincere per dare un segnale alla concorrenza. E poi a seguire la trasferta col Venezia, altro scontro diretto. Due risultati pieni avvicinerebbero anche le squadre con ora sembrano fuori portata. I rossoblu devono puntare sui tifosi che contro la Salernitana dovranno stringersi attorno a Sirigu e compagni. Poi c'è un gruppo che è parso unito rispetto a prima. Un fattore che fa sperare. Inoltre i nuovi acquisti a cominciare da Amiri sono pronti e Poi c'è il rientro di Cambiaso dalla squalifica e probabilmente quello di Rovella che è elemento determinante.

Il tempo sembra essere scaduto ma lo spazio per rientrare e tentare la rimonta c'è ancora, ma servono due vittorie. In casa il successo manca dall'aprile scorso un tabù incredibile. E poi la Salernitana, che a Marassi evoca la sfida dei playoff in serie C. Decise un gol di Lopez. Li cambiò la storia del Genoa. Tanti anni dopo rieccoci li.

ARTICOLI CORRELATI

Domenica 06 Febbraio 2022

Genoa, la cura Blessin ok: ora Destro&Co facciano gol

Lo 0-0 strappato alla Roma con tenacia, coraggio e senza rubare nulla perché il gol al 91esimo di Zaniolo è stato giustamente annullato per un fallo subito da Vasquez, dimostra che il Genoa è vivo. L'intensa cura Blessin funziona. Quella che con Sheva era un'Armata Brancaleone ora pare una squadra
Sabato 05 Febbraio 2022

Genoa, Blessin: "Contento della squadra, prossime due gare importanti".

Il tecnico del Genoa Blessin resta coi piedi per terra ma si tiene stretto il pareggio: "Sono contento del risultato, soprattutto della mentalità che i ragazzi hanno dimostrato di avere. Abbiamo sofferto per mezz'ora dopo l'espulsione di Ostigard, alla fine muoviamo la classifica. Ora avremo due par