Sport

 La Sampdoria torna a Salerno dopo 19 anni. Il 10 novembre 2002, agli ordini di Novellino, aveva vinto con gol di Flachi su rigore. Stavolta si gioca in A e in ballo ci sono punti salvezza. Tra i granata in porta c'è l'ex doriano Belec, mentre nei blucerchiati Ferrari sostituisce Yoshida e in attacco giocano sia Caputo che Quagliarella: servono mestiere ed esperienza per una partita difficile. Sono 136 i tifosi della Sampdoria nel settore ospiti.

Parte forte la Salernitana, su corned di Kastanos è Djuric a colpire di testa alto sulla traversa. La replica del Doria è affidata a Quagliarella che costringe Belec a una difficile presa bassa. Al minuto 12' è Candreva a sparare altissimo da ottima posizione. La Sampdoria controlla la partita ma non riesce ad affondare i colpi, la Salernitana fa quel che può e prova ad agire in contropiede.

Doppia occasione per il Doria al 35': su cross di Bereszynski prima Thorsby e poi Caputo, sulla ribattuta, chiamano Belec a due parate straordinarie. I blucerchiati passano al 40': azione d'angolo, su cross di Candreva è Di Tacchio che, nel tentativo di anticipare Thorsby, manda il pallone in rete. La Salernitana si sbilancia, consentendo al Doria un micidiale contropiede in quattro contro uno, lanciato da Quagliarella e chiuso da Candreva.

Dopo l'intervallo, Colantuono sostituisce Kastanos con Obi, mentre D'Aversa ripropone gli stessi undici di partenza. Con due interventi prodigiosi prima su Ranieri e poi su Gondo, Audero nega alla Salernitana il gol che riaprirebbe la partita. Segna invece il terzo gol il Doria in contropiede con Caputo, ma la posizione dell'attaccante doriano è viziata da fuorigioco e lo 0-3 sfuma. Comincia il festival delle sostituzioni, la Sampdoria gestisce con mestiere il doppio vantaggio.

SALERNITANA-SAMPDORIA 0-2
RETI: 40' aut. Di Tacchio, 42' Candreva.

SALERNITANA (4-3-1-2): Belec; Zortea (55' Kechrida), Gagliolo, Gyömber, Ranieri; L. Coulibaly, Di Tacchio (67' Schiavone), Kastanos (46' Obi); Ribéry (67' Simy); Gondo (55' Bonazzoli), Djuric. Allenatore: Colantuono.
SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski (60' Dragusin), Colley, Ferrari (64' Chabot), Augello; Verre (60' Askildsen), Thorsby, Ekdal, Candreva; Caputo, Quagliarella (87' Gabbiadini). Allenatore: D'Aversa.
ARBITRO: Giacomelli di Trieste.
NOTE: ammoniti Bereszynski, Ekdal, Chabot.