Sport

La Virtus Entella ha battuto l'Olbia 2-1 al Comunale, nell'incontro valido per l'8a giornata del gruppo B del campionato di serie C.

I biancocelesti sono passati in vantaggio con Zamparo al 36', i sardi hanno pareggiato nella ripresa con Bellodi al 58'. La rete decisiva è arrivata nel finale, al minuto 80', a firma di Merkaj.

Adesso i chiavaresi sono al 6° posto, appaiati al Gubbio a quota 14, alle spalle del duo di testa formato da Fiorenzuola e Reggiana (18), seguito dal Rimini (17) e, a quota 15, da Siena e Carrarese.

Il prossimo impegno è datato mercoledì 19 ottobre alle 18, in trasferta contro i rossoblù dell'Aquila Montevarchi.

Al termine della partita, il tecnico Gennaro Volpe (nella foto) ha analizzato il successo e le prospettive: "Dobbiamo essere un po’ arrabbiati - dice ai media ufficiali - con noi stessi perché siamo andati in difficoltà dopo un partita in cui non avevamo rischiato nulla fino al gol. Potevamo essere un po’ più concreti, meno leziosi, queste partite non vanno lasciate aperte. Dovremo analizzare l’approccio del secondo tempo perché siamo rientrati molli dagli spogliatoi. Gli abbiamo lasciato un po’ troppo campo e abbiamo preso gol su palla inattiva, siamo contenti di aver vinto ma sappiamo che la strada è lunga, dobbiamo migliorare sotto tanti punti di vista”.

“La panchina? Deve essere - prosegue - la nostra forza, abbiamo una rosa competitiva. Quando faccio dei cambi posso contare su giocatori importanti rimasti fuori, oggi hanno dato freschezza, qualità. Siamo andati tutti alla ricerca del gol vittoria”.

“I gol delle punte sono state una liberazione. L’anno scorso abbiamo fatto quasi 70 gol, sappiamo che davanti abbiamo dei valori notevoli. Per un attaccante è sempre importante fare gol. Oggi hanno realizzato due bellissime reti. Loro sono contenti e noi anche - conclude - ci hanno fatto vincere la partita”.