Sport

GENOVA - Diciotto provvedimenti per un totale di 73 anni. Questo è il bilancio dei D.A.Spo che il Questore di Genova ha emesso ai danni di dieci tifosi genoani e otto sampdoriani, che ora non potranno accedere alle competizioni sportive per molto tempo.

La squalifica è scattata in seguito ad una serie di risse e aggressioni avvenute fuori da impianti sportivi ma riconducibili a motivazioni calcistiche.
Il 'casus belli' tra i due gruppi sarebbe stata l'aggressione di un tifoso sampdoriano l'8 settembre 2020, i cui responsabili sono stati successivamente individuati dalla Digos. A quest'aggressione sarebbero quindi seguite le due risse che hanno fatto scattare i provvedimenti: la prima il 12 settembre 2020 e la seconda il 24 marzo 2021.

A sei tifosi, recidivi, è stato imposto l'obbligo di firma convalidato dall’Autorità Giudiziaria, presso un Ufficio di Polizia o Comando dell’Arma dei Carabinieri. Tra loro quattro avranno l'obbligo di firmare per 10 anni e due per 9 in occasione di tutte le partite della loro squadra. Per gli altri dodici invece i provvedimenti variano da 1 a 2 anni.