Sport

Sono state presentate oggi a Palazzo della Borsa le nuove maglie delle tre squadre di calcio liguri che attualmente militano nel massimo campionato di Serie A, ovvero Genoa, Sampdoria e Spezia. L'evento è stato organizzato da Regione Liguria, che diventa nuovo sponsor dei tre club. Alla conferenza di presentazione hanno presenziato il presidente Giovanni Toti, il presidente della Camera di Commercio di Genova Paolo Odone, il sindaco Marco Bucci, il sindaco della città della Spezia Pierluigi Peracchini, il neo-presidente del Genoa Alberto Zangrillo, il direttore operativo della Sampdoria Alberto Bosco, il presidente dello Spezia Philip Platek.

A mostrare le nuove maglie per le foto di rito sono stati due giocatori in rappresentanza dei due club della Sampdoria e dello Spezia, il capitano blucerchiato Fabio Quagliarella ed il capitano dello Spezia e spezzino D.O.C Giulio Maggiore. La maglia rossoblù è stata invece presentata dal presidente Zangrillo.

Le squadre genovesi si incontrano fuori dal campo a pochi giorni di distanza dall'attesissimo derby che si terrà venerdì sera allo stadio Luigi Ferraris. Lo Spezia invece è atteso dal match del lunedì contro la Roma all'Olimpico.

"Il marchio 'La mia Liguria' comparirà sulle maglie di Genoa, Sampdoria e Spezia e Regione Liguria diventerà partner delle squadre del nostro territorio sfruttando il privilegio di avere ben tre formazioni in Serie A. Il mondo dello sport rappresenta un veicolo comunicativo di enorme impatto sociale, mediatico ed economico”. Così il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti in merito alla collaborazione tra Regione e le tre squadre di serie A. La prima uscita sarà venerdì sera alle 20.45 a Marassi in occasione del derby tra Genoa e Sampdoria mentre lo Spezia scenderà in campo con la nuova maglia lunedì nella trasferta contro la Roma.

"Andremo a casa dei nostri 'avversari calcistici”' - ha spiegato il presidente Toti - facendogli scoprire la Liguria e continuando quella promozione del territorio, anche a livello internazionale, che sta portando grandi risultati, testimoniati soprattutto dal numero dei turisti che quest’anno hanno visitato la nostra regione. Basti pensare che le tre squadre liguri durante la scorsa stagione hanno superato i 50 milioni di spettatori mentre le partite del campionato italiano di calcio di serie A sono distribuite in circa 200 paesi nel mondo tramite 52 broadcasters multicanale rivolgendosi a un pubblico complessivo di oltre 1 miliardo di spettatori, a questi si aggiungono CBS Sports per gli Stati Uniti e YouTube per la regione Medio Oriente-Nord Africa".

Soddisfatto anche il sindaco di Genova Marco Bucci: "Genoa, Sampdoria e Spezia porteranno in giro per tutta Italia il nome della Liguria. Il nome della nostra terra sarà su tutti i campi della Serie A: lo sport può e deve essere un grande volano per il turismo. Ben venga un’operazione di marketing di questo tipo, per attirare nella nostra città e nella nostra regione sempre più persone. Da un campo da calcio può partire il viaggio alla scoperta dell’infinita bellezza che solo Genova e la Liguria sanno offrire".

I ringraziamenti arrivano anche dal presidente del Genoa Alberto Zangrillo: "Ringrazio la Regione per aver deciso di dare visibilità alla Liguria e alle sue realtà, scegliendo di investire concretamente anche a sostegno delle Società calcistiche che la rappresentano ai massimi livelli nazionali. Il Genoa intende valorizzare al meglio il supporto economico ricevuto dalla Regione, facendo in modo che sia il primo tassello di un impegno concreto che la Società vorrà indirizzare alle categorie più fragili".

Il direttore operativo della Sampdoria ha spiegato: "Non c’è di meglio come Sampdoria per sottolineare la felicità e l’orgoglio– ha spiegato Alberto Bosco, direttore operativo della Sampdoria - di rappresentare e promuovere la Liguria attraverso la maglia più bella del mondo. La Sampdoria è storia di unione e diversità, esattamente come la Liguria, una terra fra mare e monti, tradizioni e innovazioni. Un grazie al governatore Toti che tanto sta facendo per questa terra e che è stato il primo ideologo appassionato di quest’iniziativa".

"A nome di tutta la famiglia Platek e dello Spezia Calcio, intendo ringraziare la Regione Liguria per questo accordo che ci riempie di orgoglio – ha spiegato il presidente dello Spezia Philip Platek Jr -. La valorizzazione del territorio è uno dei punti cardine del nostro programma, perché lo Spezia Calcio non deve limitarsi ad essere un punto di riferimento nel panorama sportivo italiano, ma deve sfruttare la grande visibilità che la Serie A porta alle sue iscritte, svolgendo il ruolo di ambasciatore nel mondo della propria gente e delle meraviglie paesaggistiche che ogni anno attirano migliaia di turisti da ogni parte del globo".