Sanità

GENOVA - "Nessun turno è mai risultato scoperto e non lo sarà nemmeno nei prossimi giorni sino alla guarigione di tutti, ospiti e personale". Risponde così Lorenzo Sampietro, direttore sociosanitario di Asl 3 dopo la notizia di 20 pazienti su 25 ricoverati risultati positivi al covid, oltre al 70% dei lavoratori nella Rsa Celesia di Genova.

Sampietro conferma ma aggiunge: "Nello stesso giorno sono state attiviate tutte le procedure per garantire la corretta assistenza agli anziani ospiti. Sono stati contattati, come previsto, gli infettivologi dell'ospedale San Martino, per avviare le terapie antivirali quando ritenute necessarie, e sono state organizzate le coperture degli eventuali turni di infermieri oss e medici che in seguito ad eventuale malattia degli stessi fossero risultati scoperti".

Rsa Genova, oltre il 70% dei lavoratori è a casa con il covid - LA NOTIZIA

"Dal 16 novembre ad oggi - grazie all’avvicendamento di infermieri, oss e medici di Asl 3 provenienti da altri servizi - nessun turno è mai risultato scoperto. Ad oggi il numero complessivo di ospiti risultati positivi - continua Sampietro - (prevalentemente asintomatici grazie alla copertura data dalla Vaccinazione e dai Farmaci) è di 19 di cui solo uno, nel pomeriggio odierno, è stato ricoverato precauzionalmente in Ospedale".

"L'evoluzione della situazione è stata, è e sarà costantemente monitorata per garantire la corretta tutela clinica ed assistenziale degli anziani ricoverati - conclude -. Ringrazio tutto il personale, Infermieri, OSS, Medici che hanno dato il loro contributo per garantire sempre la migliore assistenza agli ospiti dell’Rsa Celesia".