Politica

ROMA - Anche il deputato ligure di LeU e segretario di presidenza alla Camera, Luca Pastorino commenta la Crisi di Governo: "Nel discorso del mattino Draghi ha messo all'angolo il centrodestra che si è risentito, nella replica gli schiaffi erano rivolti al Movimento. C'è stato un corto circuito generale, è uscito troppo dentifricio dal tubetto".

Secondo Pastorino la crisi era prevedibile: "Lo avevo detto da subito, lo avevano chiamato Governo di salvezza nazionale, mi aspettavo provvedimenti che potevano passare con maggioranze variabili e invece si è andato avanti con fatica, con soluzioni di mediazione molto spesso al ribasso per trovare una sintesi tra le forze. Eravamo arrivati a un momento di saturazione troppo vicino alla scadenza elettorale, si è persa lucidità secondo me, soprattutto da parte di Pentastellati e Lega".

ARTICOLI CORRELATI

Giovedì 21 Luglio 2022

Crisi Governo, Crucioli (Uniti per la Costituzione): "Draghi non era interessato a proseguire"

https://www.youtube.com/embed/WoooSDp9zX4  ROMA - "Sono certo che volesse diventare presidente della Repubblica, non so quanto interesse avesse con la presidenza del Consiglio in vista delle negatività che ci aspettano questo autunno". È questo il commento di Mattia Crucioli, senatore di Uniti per
Giovedì 21 Luglio 2022

Rixi (Lega): "Secondo me Draghi ha deciso di lasciare il governo dal momento in cui ha dato le dimissioni"

https://www.youtube.com/embed/LxThmEZ6y24 ROMA - La Lega è stato uno dei partiti protagonisti nella caduta del Governo Draghi, che nel discorso pronunciato ieri mattina ha criticato alcune scelte del carroccio. Il deputato e leader ligure del partito Edoardo Rixi commenta le parole dell'ormai ex Pr