CRONACA

Giovedì il comitato deciderà se partecipare all'inaugurazione del nuovo viadotto

Salvini sul ponte, familiari vittime: "Basta a continue passerelle"

di Tiziana Oberti

martedì 23 giugno 2020
Salvini sul ponte, familiari vittime:

GENOVA - "Il ponte non può diventare ogni giorno una passerella, noi siamo stremati da tutta questa situazione non ce la facciamo più". Così Egle Possetti presidente del comitato ricordo vittime ponte Morandi commenta la passeggiata del leader della Lega Matteo Salvini sul nuovo viadotto di Genova.

"Crediamo che non si sia mai visto nel mondo una struttura con così tante inaugurazioni non riusciamo proprio a capire - prosegue Possetti che nel crollo il 14 agosto 2018 perse la sorella, il cognato e due nipoti - ci saremmo arrabbiati chiunque fosse stato perchè non possiamo accettare la spettacolarizzazione che si è fatta di questo cantiere sotto il quale abbiamo perso i nostri cari".

La mamma di Mirko Vicini, l'operaio genovese dell'Amiu ultima vittima a essere trovata cinque giorni dopo il crollo, non se la sente di commentare e si limita a un laconico "sono delusa".

Il Comitato, intanto, solo giovedì deciderà se sarà presente alla cerimonia di inaugurazione del nuovo viadotto.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place