SPORT

Arbitra Irrati di Pistoia

Genoa-Hellas Verona 3-0 finale

domenica 02 agosto 2020
Genoa-Hellas Verona 3-0 finale

GENOVA - Tutta una stagione in 90 minuti. Il Genoa affronta l'Hellas Verona nella sfida decisiva. Per essere sicuri della salvezza al Grifone serve una vittoria. Il Lecce terzultimo in classifica con 35 punti in cassifica affronta al Via del Mare il Parma. Il Genoa di punti ne ha 36, uno in più. In caso di non vittoria dei salentini i rossoblù sono comunque salvi anche in caso di sconfitta. Infatti lo scontro diretto premia la squadra di Nicola. Si gioca in contemporanea. Calcio d'inizio alle 20.45. Al Ferraris arbitra Irrati di Pistoia, al var Mazzoleni e in postazione avar Ranghetti.

GLI SCHIERAMENTI DEL FERRARIS - Nicola si affida a 4-4-2 e lascia in panchina Schone. Perin tra i pali, difesa a quattro con Masiello e Criscito terzini, al centro Romero e zapata. Larghi a centrocampo Lerager e Ankersen, al centro l'esperienza di Bherami e la corsa di Jagiello. In avanti Pandev e Sanabria. Juric manda in campo i suoi con un 3-4-1-2. Radunovic in porta, a comporre la linea difensiva Rrahmani, Gunter e Dimarco. A centrocampo Faraoni, Amrabat, Veloso e Lazovic. Pessina e Eysseric sulla trequarti in appoggio all'unica punta Di Carmine.

PRIMO TEMPO - Pronti via ed è subito il verona a sfiorare la rete, dopo una micschia palla a Di Marco che fa partire un esterno che termine di poco a lato dal palo alla sinistra di Perin. Il Genoa resta compassato. Al 10' arriva la buona notizia dal Via del mare con il parma in vantaggio con autogol di Lucioni. Poi è Sanabria a portare avanti i rossoblù. Cross di Lerager e indisturbato in mezzo all'area il paraguaiano ha insaccato in rete. Al 13' Genoa-Verona 1-0. La reazione del Verona c'è ma Masiello è bravo a chiudere su Pessina evitando guai peggiori. Problema per Criscito costretto ad abbandonare il campo al 20' per un problkema muscolare, al suo posto entra Barreca. E mentre il Parma raddoppia in salento è ancora Sanabria al 25' lanciato sul filo del fuorigioco da Pandev è freddissimo davanti alla porta a battere Radunovic per il 2-0 Genoa. Il doppio vantaggio dà fiducia ai rossoblù di Nicola che controlla senza troppa fatica. L'unico squillo scaligero è di Rrahmani ma la sua conlusione è smorzata. Poi arriva anche il terzo gol con Romero che svetta più in alto di tutti e mette la palla all'angolino. E' il 3-0 con cui si va negli spogliatoi. Intanto al Via del Mare il Lecce pareggia il doppio svantaggio e si porta sul 2-2.

SECONDO TEMPO - Juric cambia l'attacco dentro Borini e Pazzini per Pessina uscire infortunato dopo una botta ricevuta da Romero e Di Carmine che non si è mai visto durante il primo tempo. Si riparte e subito Masiello finisce nella lista dei cattivi. E' il Verona ora a fare la partita con un lungo possesso palla mentre l'undici rossoblù arretra e prova a controllare il triplo vantaggio. Ma dal Via del Mare arrivano ancora buone notizie con il Parma che si porta nuovamente in vantaggio. Ci prova Pazzini, la sua girata è smorzata da Romero e Perin ha vita facile a bloccare la sfera. Ma il Genoa sonnecchia, il tiro di Lazovic finisce alto. Poi Romero si scontra con Pazzini, per Irrati è fallo di Romero con il bomber gialloblù che resta a terra. Secondo giallo ed espulsione per Romero. Espulso per proteste anche Juric. Nicola corre ai ripari, fuori Sanabria e dentro Goldaniga. A Lecce si continua a segnare con gli ospiti che si sono portati sul 4-2 ma due minuti dopo Lapadula di testa ha siglato il 3-4. Juric fa uscire Gunter e manda in campo un altro attaccante: Salcedo. A dieci dalla fine ci prova Veloso con il suo tiro leggermente deviato da Bherami. Ultimi cambi per Nicola che manda in campo Cassata e Pinamonti al posto di Jagiello e Pandev. Al 90' scontro Cassata-Amrabat, i due bisticciano e Irrati non ha dubbi, espulsi entrambi.

IL TABELLINO

GENOA 3

VERONA 0

GOL: 13' Sanabria, 25' Sanabria, 44' Romero

AMMONITI: Sanabria, Romero, Masiello

ESPULSI: Romero per doppia ammonizione, Juric dalla panchina, Amrabat, Cassata

GENOA (4-4-2): Perin; Masiello, Romero, Zapata, Criscito (22'Barreca); Lerager, Bherami, Jagiello (82' Cassata), Ankersen; Pandev (82' Pinamonti), Sanabria (63' Goldaniga) . Allenatore Nicola.

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Radunovic; Rrahmani, Gunter (75' Salcedo), Dimarco; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Pessina (46' Borini), Eysseric; Di Carmine (46' Pazzini). Allenatore Juric.

Arbitro Irrati di Pistoia, al var Mazzoleni.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place