SALUTE E MEDICINA

Un ricoverato nel reparto Covid del Borea di Sanremo

Focolaio in un centro pensionati: 5 positivi vaccinati, di cui 4 asintomatici

di r.p.

venerdė 10 settembre 2021
Focolaio in un centro pensionati: 5 positivi vaccinati, di cui 4 asintomatici

IMPERIA - È scoppiato un nuovo focolaio all’interno del Centro Pensionati di Vallecrosia: sono 5 i positivi tra gli ospiti, tutti vaccinati. Il vaccino, però, ha contribuito a far sì che quattro di loro, risultati positivi al test molecolare, siano completamente asintomatici. Per una persona, invece, è stato necessario il ricovero in ospedale nel reparto Covid del Borea di Sanremo. A dare la notizia è stata la Asl 1 dell’imperiese

Terza dose vaccini, via libera dell'Aifa: i pazienti fragili partono a fine settembre - LA DECISIONE

Intanto, l'Aifa ha detto sì alla terza dose di vaccino già a partire da fine settembre. Dopo il parere dell'Agenzia italiana del farmaco, la Commissione tecnico scientifica ha indicato quali sono le categorie che potranno effettuare il richiamo: si tratta dei soggetti immunodepressi, chi ha affrontato un trapianto, i malati oncologici, i dializzati, gli over 80, gli ospiti delle Residenze sanitarie assistite (Rsa) e il personale sanitario. Per ognuno andrà comunque valutato il livello di esposizione all'infezione e il rischio individuale di sviluppare forme gravi di covid. La terza dose potrà essere inoculata, dice Aifa, "dopo almeno 28 giorni dalla seconda" per i soggetti fragili e "dopo almeno 6 mesi" per le altre categorie. I vaccini utilizzati per il richiamo saranno Pfizer e Moderna.

Terza dose, Bassetti: "Ora stabilire se funzionerà su chi non ha risposto al vaccino" - L'INTERVISTA

Proprio oggi a Primocanale l’infettivologo Matteo Bassetti ha spiegato i prossimi passi: "Si chiama terza dose per alcune categorie come gli immunodepressi, chi ha fatto un trapianto, chi fa la dialisi, una terapia per tumore o per leucemia: loro dovranno fare la terza dose subito, tra adesso e novembre. A dicembre ci si rivolgerà alle RSA e alle persone più anziane e poi invece i sanitari faranno la dose di richiamo a gennaio-febbraio". E precisa: "Anche sulla base dei risultati scientifici possiamo dire che il vaccino dovrebbe durare un anno per chi ha un sistema immunitario che funziona".




I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place