CRONACA

Sulla A7 mezzi bloccati per ore

Da una debole nevicata alla Caporetto delle autostrade

di Andrea Scuderi

venerdì 04 dicembre 2020
Da una debole nevicata alla Caporetto delle autostrade

GENOVA - Sono bastati pochi centimetri di neve per paralizzare le autostrade liguri, mettere in trappola migliaia di automobilisti, far perdere ore e ore di lavoro a camionisti e automobilisti che si sono trovati in questo venerdì 4 dicembre, improvvisamente, bloccati in mezzo al bianco dell’entroterra ligure. 

Il caos si è riversato su tutta la città di Genova e sulla riviera di ponente. Auto e camion fermi, per ore, uomini e donne al volante, aspettando una via libera che non arriva mai. Sono mancate anche le segnalazioni a chi stava per entrare in autostrada, ignaro del proprio destino, quello di rimanere bloccato per ore, affiancandosi alla fila di mezzi pesanti fermati per il blocco della circolazione.

È l’ennesima vergognosa pagina di un sistema infrastrutturale gestito male sulla pelle dei cittadini: come sia stato possibile non garantire, a fronte di una debole nevicata, la percorribilità di tutte le autostrade del nodo genovese e dei tratti appenninici, non è spiegabile. E comunque non ci può essere una spiegazione che assolva il concessionario. E comunque la spiegazione non è mai arrivata.

In questo delirio, con la gente furibonda, Autostrade per l’Italia in tarda mattinata ha diffuso il suo comunicato, annunciando che nevica dal mattino. E che 500 mezzi operativi sono al lavoro, aspettando un miglioramento delle condizioni meteo. Nessun resoconto sugli errori, sulla mancata messa in sicurezza, sul perché in A7 le persone siano rimaste bloccate per ore senza poter fare nulla e sul perché sia stato necessario allertare la protezione civile. 

Insomma, per questi signori, tutto normale. Non è neppure arrivata la frase di circostanza “ci scusiamo per il disagio”.  Agli automobilisti che si sarebbero aspettati spargimento di sale preventivo, spazzaneve e pattuglie in abbondanza, neanche la magra consolazione di una scusa. Ma i liguri si sono tristemente abituati anche a questo atteggiamento: l’arroganza che si somma alla totale inefficienza.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place