ECONOMIA

In previsione della pubblicazione del bando regionale

Aree crisi, sindacati e Confindustria chiedono un incontro a Toti

marted́ 17 dicembre 2019
Aree crisi, sindacati e Confindustria chiedono un incontro a Toti

GENOVA - Cgil, Cisl, Uil Liguria e Confindustria hanno chiesto un incontro al presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, sul tema delle aree di crisi industriale non complessa. In previsione della pubblicazione del bando regionale a favore delle aree nelle province di Imperia, Genova e La Spezia. Cgil Cisl Uil Liguria e Confindustria Liguria chiedono al presidente di incrementare le risorse economiche a dotazione del bando regionale.

I sindacati insieme a Confindustria invitano al recupero delle risorse non utilizzate nel Decreto Genova per sostenere il reddito dei lavoratori, proponendone un cambio di destinazione d'uso a favore degli investimenti nelle aree di crisi non complessa ed in particolare nelle aree della Valpolcevera. "Tali risorse consentirebbero, di fatto, una maggiore disponibilità economica per i territori di Imperia, Genova e La Spezia. Cgil Cisl Uil Liguria e Confindustria auspicano la definizione di un protocollo di intesa con l'obiettivo di rilanciare le attivita' industriali legando gli investimenti alla salvaguardia e all'incremento dei livelli occupazionali e della qualita' del lavoro", dicono i sindacati.

Un Accordo di Programma è stato previsto solo per l'area di crisi complessa, che per la Liguria corrisponde a quella di Savona. "E' poi necessario attivare ulteriori risorse aggiuntive provenienti dal POR (Programmi Operativi Regionali) FSE (Fondo Sociale Europeo) e dalle politiche attive messe in campo dalla Regione Liguria", affermano Federico Vesigna, segretario generale Cgil Liguria, Luca Maestripieri, segretario generale Cisl Liguria, Mario Ghini, segretario generale Uil Liguria e Giuseppe Zampini, presidente Confindustria Liguria.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place