CRONACA

"Non ha senso continuare a pagare per un servizio che non solo non è adeguato"

A26, comitato valli Stura e Orba: "Petizione per esenzione pedaggio tratto Ovada-Genova"

lunedì 18 maggio 2020
A26, comitato valli Stura e Orba:

GENOVA - Il Comitato Viabilità Valli Stura, Orba e Leira ha lanciato una petizione online su change.org per chiedere l'esenzione del pedaggio sulla tratta autostradale Ovada-Genova dell'A26. La tratta è infatti interessata dai lavori legati al crollo della parte superiore della volta della galleria Bertè direzione Sud avvenuta lo scorso 30 dicembre. Ora c'è la data di riapertura fissata al 15 giugno prossimo. Poi inizieranno le ispezioni sul tratto di strada opposto, quello in direzione Nord.  

"Oggettivamente - spiega il Comitato - non ha senso continuare a pagare per un servizio che non solo non è adeguato ma mette anche in pericolo gli stessi viaggiatori. Tra le criticità, particolare risalto è legato alla galleria Bertè che è chiusa in manutenzione dal 30 dicembre 2019 dopo la caduta al centro della corsia di marcia di 2 tonnellate e mezzo di cemento staccatesi dalla volta, con prevista riapertura il 5 marzo posticipata al 15 giugno. A oggi - conclude il Comitato Viabilità Valli Stura e Orba - è aperta un'unica corsia in entrambi i sensi di marcia per tutto il tratto tra Ovada e il bivio A10-A26 e i tempi di percorrenza sono insostenibili". 

In questi mesi le difficoltà per chi abita nelle vallate e si deve spostare per motivi di lavoro o altre necessità non sono state poche, per questo è arrivata la richiesta che ora si è trasformata in una vera e propria petizione on line. Tra le difficoltà di questi mesi anche la chiusura avvenuta a novembre di un lungo tratto per monitorare la situazione dei viadotti Fado e Pecetti dopo le indagini nate in seguito alla tragedia di ponte Morandi che hanno reso necessario ulteriori verifiche sulla loro condizione. 

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place