Cronaca

Dovrà risarcire 1.270 euro al ministero della Difesa
37 secondi di lettura

GENOVA - La Corte dei Conti della Liguria ha condannato un carabiniere in congedo, ex comandante di una stazione dell'Arma a Genova, a risarcire 1.270 euro al Ministero della Difesa per "un ammanco non giustificato di buoni carburante".

I fatti contestati risalgono a un periodo tra il 2005 e il 2006 e la segnalazione alla Corte dei Conti è stata fatta dalla stessa Arma dei Carabinieri dopo verifiche sulle differenze tra buoni consegnati e quelli utilizzati.

Con sentenza del 2014, per una vicenda giudiziaria che aveva coinvolto lo stesso ex comandante dei carabinieri anche per appropriazione dei buoni carburante al centro della sentenza della Corte dei Conti, il Tribunale di Genova aveva applicato su richiesta la pena di tre anni di reclusione, condonata per la legge del 2006 che ha concesso l'indulto.

ARTICOLI CORRELATI

Giovedì 26 Maggio 2022

Travolto dalla motozappa, morto il marito della sindaca di Follo

FOLLO - È morto l'uomo di 65 anni che mercoledì è rimasto vittima di un incidente agricolo a Tivegna, nel comune di Follo (La Spezia). Si tratta di Mario Ambrosio, ex dipendente della Marina Militare e marito del sindaco di Follo Rita Mazzi. Ambrosio aveva subito l'amputazione di una gamba al San Ma
Giovedì 26 Maggio 2022

Genoa, per l'attacco serve un colpo alla....Shomurodov

L'uzbeko aveva incantato l'anno scorso alla prima in Serie A, oggi vince la Conference League con la Roma
Giovedì 26 Maggio 2022

Liguria Digitale, approvato bilancio 2021: cresce fatturato

GENOVA - "Il bilancio positivo di Liguria Digitale è un risultato atteso ma non scontato, in linea con il trend di crescita degli ultimi anni. La nostra partecipata svolge un ruolo strategico per lo sviluppo della Liguria e lo ha dimostrato anche negli ultimi due anni di pandemia, realizzando un sis
Giovedì 26 Maggio 2022

Alluvione 2011, inaugurato il secondo ponte sul Pogliaschina

BORGEHTTO VARA - Taglio del nastro per il secondo ponte sul torrente Pogliaschina a Borghetto Vara (La Spezia), una delle opere che dovevano essere completate dopo l'alluvione del 2011. L'infrastruttura si trova lungo la strada Aurelia e sarà in grado di far passare una piena duecentennale, mettendo