Cronaca

GENOVA - Fermati per un controllo hanno esibito i documenti, ma erano falsi. Sono stati arrestati quattro cittadini nigeriani, poco più che maggiorenni, dopo le verifiche da parte della polizia ferroviaria. I giovani avevano esibito carte d'identità elettroniche rilasciate in Italia con validità per l'espatrio, ma sui documenti mancavano alcuni elementi standard di sicurezza, come l'ologramma e l'inchiostro speciale normalmente usato.

I poliziotti hanno quindi provato che i documenti erano falsi e recavano nomi di fantasia. Per risalire alle vere generalità dei ragazzi è stato necessario eseguire rilievi fotodattiloscopici presso il Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica.

I quattro erano già noti alle forze dell'ordine, dal momento che erano stati censiti per ingresso illegale nell'Unione Europea. Le carte d'identità sono quindi state sequestrate. Tre ragazzi sono stati condannati a 10 mesi e 20 giorni di reclusione mentre il quarto, ritenuto organizzatore del reato, ad un anno e 4 mesi.

ARTICOLI CORRELATI