Cronaca

GENOVA - "Non volevo separarmi da lei". R.S., 77 anni, residente a Sampierdarena, ha tenuto nascosta in casa la madre defunta per almeno due mesi. Il corpo della donna, 93 anni al momento del decesso, era steso sul letto, con una posa composta ed il pigiama addosso.

Per mesi il figlio ha mentito a chi gli chiedeva della donna, raccontando che era a fare la spesa, con le amiche o a messa. Le indagini sono partite grazie all'insistenza dell'amministratore di sostegno della donna, che di fronte all'ennesimo rifiuto dell'uomo a farlo entrare ha avvertito i vigili del fuoco, che hanno forzato la porta, e i carabinieri, che hanno scoperto il corpo nella stanza da letto.

Il medico legale non ha riscontrato tracce di ferite o lesioni, al momento non si indaga quindi per una morte violenta. Sono però in corso le indagini per capire se l'uomo abbia veramente tenuto nascosto il decesso per un fatto 'sentimentale' o se ci fossero altri interessi. L'uomo è stato ricoverato in ospedale in stato di choc.