Cronaca

GENOVA - Proseguono le attività di valutazione e accertamento dopo lo sversamento di idrocarburi che ha interessato il torrente Varenna, nella zona di Genova Pegli, all'altezza di via Cassinello: Arpal, in contatto con i vigili del fuoco, dopo l'incidente sta operando sia dal punto di vista ambientale sia sul fronte dell'accertamento delle cause che hanno portato allo sversamento.

LEGGI ANCHE - Genova, sversamento di petrolio nel Varenna: nessuna evacuazione

Sono tutt’ora operative le misure adottate per il contenimento dello sversamento, cioè il posizionamento di panne e l’azione degli autospurghi.
È stata inoltre attuata la deviazione del corso dell’acqua a monte del luogo dell’incidente, in modo che le acque provenienti da monte non entrino in contatto con l’area di massima contaminazione.

Nel corso dei sopralluoghi sul torrente, i tecnici di Arpal non hanno al momento rilevato tracce dello sversamento nel tratto tra la foce del Varenna e il ponte autostradale che sorpassa lo stesso. Nel contempo sono stati effettuati diversi campioni lungo il corso d'acqua allo scopo di verificare l'effettiva situazione. I campioni sono in via di valutazione.