Cronaca

CALIZZANO - Si è risvegliato dal coma e si trova in buone condizioni di salute il giovane operaio di 24 anni che lo scorso giovedì è rimasto incastrato con il collo mentre era al lavoro nel reparto di confezionamento dello stabilimento di Acqua Minerale Calizzano (Savona).

Al suo risveglio ha subito chiamato la mamma. "Voglio tornare a casa il più presto possibile", queste le sue parole durante la telefonata, come raccontato dal portavoce dell'azienda, che ha aggiunto: "Siamo molto felici che sia andato tutto bene, è stato davvero un miracolo".

Tanta apprensione nei giorni scorsi, a preoccupare maggiormente era la complessa situazione neurologica, dall'incidente infatti il giovane operaio non aveva riportato lesioni spinali o toraciche. Ieri l'equipe del reparto di Rianimazione dell'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, dove era stato ricoverato in prognosi riservata, aveva parlato di alcuni segni di miglioramento, mantenendo però massima cautela e spiegando che il ragazzo era ancora in pericolo di vita. Questa mattina, invece, la lieta notizia.

ARTICOLI CORRELATI

Sabato 09 Luglio 2022

Crollo ponte Morandi, da lunedì al via la rimozione dei reperti

Poi potranno iniziare i lavori propedeutici alla realizzazione del nuovo memoriale. Modifiche alla viabilità
Sabato 09 Luglio 2022

"Veicolo contromano", paura in A7 tra Ronco Scrivia e Busalla

Il mezzo è stato segnalato ma poi non è stato rintracciato. Probabile abbia invertito la marcia appena essersi accortosi dell'errore