Cronaca

Decine di interventi dei vigili del fuoco e della protezione civile. Nessun ferito.
2 minuti e 36 secondi di lettura

LA SPEZIA - Interventi a raffica da parte dei vigili del fuoco dello spezzino a causa del maltempo che ha coinvolto la Liguria. Terminata ovunque l'allerta gialla per piogge e temporali nella regione torna il sole. Ma parte la conta dei danni. Non si registrano feriti. E' stato soprattutto lo spezzino a subire i maggiori problemi per decine di interventi legati al forte vento con gli interventi concentrati tra Val di Magra e Val di Vara.

Una vera e propria tromba d'aria si è abbattuta in nottata in val di Magra scoperchiando i tetti di alcune abitazioni. Decine gli interventi dei vigili del fuoco e della protezione civile per rimuovere alberi e rami dalle strade. A Ceparana un pino è precipitato sul tetto di una abitazione rendendola inagibile, la famiglia che vi abita è stata fatta sfollare. Nella zona tetti scoperchiati e auto in sosta colpite da alberi.

A Santo Stefano Magra nell'area del retro-porto in via Togliatti un container è stato spostato dalla furia del vento restando in bilico. Anche in questo caso l'intervento dei vigili del fuoco ha permesso di mettere in sicurezza il container.

A Riccò del Golfo nella zona di Polverara la linea elettrica ha subito dei danni a causa del forte vento. A Sarzana la tromba d’aria ha causato cadute di alberi e tralicci, con danni ad auto ed edifici.

Ma è stata tutta la regione a essere colpita dal maltempo. L'Aurelia tra Finale Ligure e Noli è rimasta chiusa per alcune ore a causa di allagamenti e per un cipresso. Solo intorno alle 22,30 con la fine del passaggio temporalesco l'intervento di sicurezza e rimozione che ha permesso la riapertura della strada. Anche nel savonese numerosi gli interventi per allagamenti e detriti finiti sulle strade. Sempre nel savonese i pompieri sono intervenuti per una frana lungo la Sp 542, appena sopra Varazze. Altri interventi in diverse località del savonese per la messa in sicurezza di alberi e rami pericolanti.

Maltempo con danni limitati anche a Genova e provincia. Nel capoluogo le raffiche di vento hanno provocato danni nel ponente della città dove i pompieri del distaccamento di Multedo sono stati costretti a numerosi interventi per alberi caduti o pericolanti, una delle piante è crollata in via Toscanelli, a Sestri Ponente.

La forte pioggia ha colpito anche la zona di Rapallo dove ci sono stati tanti interventi per alberi e rami caduti sia in città che nelle campagne di San Maurizio dei Monti: i pompieri sono intervenuti in via Betti, via Don Minzoni e via Campodonico.

I dati della pioggia - Il quantitativo massimo si è registrato con 60.6mm alle Manie (Finale Ligure, Savona) mentre la cumulata oraria massima più forte sempre alle Manie con 53.6 mm in un'ora; Pioggia molto forte anche ad Airole (Imperia) con  49.2mm Airole, 43.2 Montalto (Imperia).  Cumulate orarie tra i 30 e i 50 mm registrate in diverse stazioni delle province di Spezia, Imperia, Savona.  La cumulata oraria massima in provincia di Genova è stata di 27.6mm a Fontana Fresca (Sori). Pioggia molto intensa anche nel brevissimo periodo con 12.8mm a Montagna (Quiliano, Savona) in appena 5 minuti. Sui 15 minuti registrati 27.8mm ad Airole, 25.8 a Calice al Cornoviglio, 23.8 a Montagna, 23.0 a Corniolo (Riomaggiore).

(foto d'archivio)

 

 

ARTICOLI CORRELATI

Mercoledì 29 Giugno 2022

Morta dopo asportazione del neo, il 'santone': "Nessuna costrizione"

BORZONASCA - "Nel centro Anidra ognuno era libero di fare quello che voleva, non c'era nessuna costrizione da parte mia. Il percorso olistico e tantrico era basato sulla condivisione. Io sono un naturalista ma non sono mai stato contro la medicina normale". E' quanto ha detto il 'santone' del centro
Mercoledì 29 Giugno 2022

Notte di incidenti in Liguria: schianto contro un muro e testa coda in autostrada

Doppio incidente autonomo, uno ad Andora e uno in A12 tra Chiavari e Rapallo: in entrambi i casi feriti lievi
Mercoledì 29 Giugno 2022

Genoa, affondo per Coda: è lui il bomber per la serie A

GENOVA - Massimo Coda è un passo dal Genoa. Accordo col giocatore e v Lecce. Mancherebbero solo le firme. Trentatré anni, il bomber capocannoniere del campionato col Lecce ha accettato un triennale mentre al club salentino andrebbero circa 3 milioni. Quello dell'attaccante di Cava dei Tirreni era u