Commenti

Diciamo la verità, Spors come un prestigiatore dal cilindro ha estratto per il Genoa un allenatore pressoché sconosciuto e con poca esperienza in un club: Alexander Blessin. Come abbiamo raccontato a parte, il tedesco ha di fatto allenato l'Ostenda come prima squadra e questo ai tifosi rossoblù è parso come un azzardo pericoloso. Inutile girarci intorno, il mister che non ha fatto come Labbadia, ma ha mollato tutto ed è corso qui felice per il progetto, è già stato bollato come Kamikaze vista la classifica.

È vero la situazione è difficilissima, non conosce la squadra, non l'ha neppure fatta per un decimo e avrà appena 48 ore per capire dove è finito prima di giocare lo spareggio con l'Udinese. Caro Blessin, siccome vedere il Genoa così senza molte certezze dispiace, provo ad essere ottimista e racconto un paio di storielle per ribadire che nel calcio tutto può succedere. Molti anni fa con il Grifone in semifinale di Uefa con l'Ajax, il compianto Mainetto fece la relazione pre gara a Bagnoli. Più o meno scrisse e disse in genovese questo sulla formazione olandese che sembrava in crisi: "hanno un biondo è un moro in attacco (per la cronaca Bergkamp e Roy) mentre l'allenatore è appena subentrato ed è come il nostro Maselli (allenatore della Primavera)".

Il Maselli dei lanceri era, per la cronaca, un certo Van Gaal che poi vinse tutto in carriera e naturalmente il Genoa uscì dal torneo". Altra storiella per tirare su il morale a tutti? Eccola: Gasperini, certo conosciuto ma al vernissage guardato con sospetto, appena sbarcato a Pegli alla fine della presentazione disse: "Preferisco vincere 4-2 che 2-0". Calò il gelo e il complimento migliore fu: "Ma chi si crede di essere, questo non mangia il panettone". Sapete poi come è andata.

Allora forza mister Blessin, le hanno dato una panchina importante, non so se sarà il nuovo Gasp o farà una carriera come il feroce olandese, ma so che qui dovrà solo fare una cosa: un miracolo, perché di questo si tratta e non so se Spors le ha fatto un favore. Di sicuro dovrà essere bravo come dicono ad Ostenda e non solo. Batta i pugni sul tavolo subito e si faccia comprare 4 giocatori. E stupisca lei tutti e comunque non avrà colpe, semmai chi lo ha scelto. Coraggio. E ai tifosi non resta che crederci. Ormai non ci sono più altre soluzioni, mister Blessin, era, anzi è l'ultima.