Sport

GENOVA - La Sampdoria perde in casa con la Fiorentina, un gol per tempo, e accentua la crisi. La cura Stankovic tarda a far sentire i suoi effetti e le prove d'appello diminuiscono.

La sorpresa di giornata è in attacco per la Samp: Stankovic sceglie di schierare dal primo minuto il 19enne palermitano Daniele Montevago, in coppia con Caputo nel 4-4-2 che vede Amione schierato a sinistra in difesa, più avanzato Augello. Nuovamente titolare Leris, che completa il centro campo con Villar e Djuricic.

Non cambia quasi nulla Italiano che opta per Duncan al posto di Amrabat a centrocampo, il tridente sarà composto da Ikone, Kouame e Jovic.

Circa 15mila i tifosi abbonati presenti, più circa 5mila paganti 

LA CRONACA:

Al 4' minuto prima azione e subito vantaggio per la Fiorentina in contropiede: grande lavoro di Kouame che parte dal proprio centrocampo e dopo essersi accentrato scarica a destra per Ikone, premiata la sovrapposizione di Dodo' che rimette in mezzo, Bonaventura è lesto e tocca mettendo sotto le gambe di Audero.

Clamorosa occasione per la Fiorentina al 12': lancio lungo e contropiede con Ikone che vince il duello con Amione, il francese supera Audero e serve Kouame in mezzo, l'attaccante viola calcia a porta vuota ma è miracoloso il recupero in extremis di Ferrari che fa muro.

La prima occasione per la Sampdoria arriva al 15' con Colley che va vicinissimo al pari: su sviluppo di un corner, sponda aerea di Ferrari per il compagno che sotto porta non trova lo specchio di testa. Ammonito poi Leris per fallo su Martinez Quarta, il francese era diffidato e salterà la gara contro il Torino.

Ripartenza Fiorentina e calcio di rigore annullato al 30': calcio di punizione battuto malissimo da Augello che centra Bonaventura, il quale lancia in contropiede Kouame: cross da sinistra per Jovic che viene contrastato da Villar. Per l'arbitro Marinelli si tratta di penalty, ma dopo il consulto VAR tutto viene annullato.

Sfortunata la Sampdoria: dopo uno scontro di gioco finisce a terra Amione, che viene fatto uscire in barella al 36'. Al suo posto entra Murillo.

Ci crede la Samp che in pieno recupero, ben 7 minuti, prova la conclusione con Caputo, destro a giro sopra la traversa di poco, con deviazione.

Nella ripresa spazio a Gabbiadini che prende il posto di Montevago. Subito un'iniziativa personale di Augello che taglia il campo e si accentra, sinistro dal limite che non trova fortuna. Occasione al 57' per Bonaventura, smarcato sul cross di Biraghi da sinistra non inquadra la porta di testa.

Raddoppia la Fiorentina al 58': calcio d'angolo battuto forte a rientrare da Biraghi, svetta più alto di tutti Milenkovic che segna il 2 a 0.

Nel finale di partita non succede più nulla e la Sampdoria incassa un'altra sconfitta, che aumenta le preoccupazioni, mancano due partite alla sosta e serve fare punti sia a Torino che in casa col Lecce.

 

SAMPDORIA-FIORENTINA 0-2
RETI: 4' Bonaventura, 58' Milenkovic
SAMPDORIA: Audero; Bereszynski, Ferrari (dal 65' Quagliarella), Colley, Amione (36' Murillo); Leris, Villar (dal 65' Vieira), Djuricic, Augello (dal 70' Murru); Caputo, Montevago (dal 46' Gabbiadini). All. Stankovic.
FIORENTINA: Terracciano; Dodo, Milenkovic, Quarta (dal 46' Igor), Biraghi; Bonaventura, Mandragora, Duncan (dal 65' Amrabat); Ikone, Jovic (dal 46' Cabral), Kouame. All. Italiano.
ARBITRO: Marinelli di Tivoli.

AMMONITI: Leris (S)