Sport

Vertice di mercato nel fine settimana tra i dirigenti della Sampdoria – Lanna, Romei, Faggiano, Osti – e l’allenatore Marco Giampaolo. L’incontro con il tecnico è stato fissato per fare il punto della situazione sui giocatori da confermare in vista del ritiro di Pontedilegno e i rinforzi da inserire in organico.

Per ora la Samp ha portato avanti soltanto dei contatti esplorativi con procuratori e direttori sportivi di altre società, in particolare del Milan. Nel mirino tre calciatori di proprietà dei rossoneri: i difensori Gabbia e Caldara (quest’ultimo reduce dal prestito al Venezia) e Lorenzo Colombo (nella scorsa stagione in forza alla Spal).

Come anticipato due settimane fa da Primocanale, la Sampdoria è tornata a fare un pensiero su Keita Balde, svincolatosi dal Cagliari dopo la retrocessione del club sardo in serie B. Ma sul senegalese, che chiede un ingaggio piuttosto elevato, ci sono anche il Galatasaray e due squadre nordamericane.

Sul fronte delle possibili uscite, dopo Napoli ed Hoffenheim, anche la Salernitana ha fatto un sondaggio per Morten Thorsby, ma senza affondare il colpo.

Intanto, tra le pieghe del calciomercato, nei pressi dell’hotel milanese sede di trattative, è ricomparso l’ex presidente (e tuttora proprietario della Sampdoria in quanto beneficiario tramite Holding Max del trust Rosan) Massimo Ferrero. Un’ulteriore conferma, per quanto ci riguarda, del fatto che sebbene a livello legale il Viperetta non possa agire essendo inibito sino a dicembre lo stesso Ferrero cerchi di prolungare l’attuale situazione il più a lungo possibile, interessandosi alle vicende di Corte Lambruschini (mesi orsono, prima della sfida con il Verona, inviò una lettera di rimprovero a Marco Lanna per il mercato di gennaio a suo dire sbagliato).

Intanto, per una notizia cattiva per quanto né inattesa né sorprendente, un’altra buona per l’immagine della Sampdoria: la Lega di serie A ha celebrato Fabio Quagliarella, definito l’immortale, con l’immagine dell’esultanza del suo ultimo gol alla Fiorentina segnato all’età di 39 anni e 105 giorni.