Sanità

Presentato un progetto al Policlinico su robotica e chirurgia
1 minuto e 13 secondi di lettura

 

GENOVA - "Sparare sulla sanità, parlarne male, è ormai diventato lo sport nazionale, ma è sbagliato, vi dimostro che non è così, con alcune eccellenze come quella che presentiamo stamattina, un progetto  tra ospedale San Martino e Università per sviluppare la robotica applicata agli interventi chirurgici". Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, durante la presentazione di un progetto al castello Simon Boccanegra, dentro al Policlinico di Genova, dove ha preso il via il  Laboratorio Congiunto per la ricerca applicata alla chirurgia robotica e tradizionale.

 

 

 

 

Attraverso l’utilizzo di tecnologie dedicate i chirurghi, attingendo ai dati della TC (Tomografia Computerizzata) o della Risonanza Magnetica, sono in grado di ricreare una fedele ricostruzione in 3D dell’organo della persona e del tumore presente. La ricostruzione viene poi sovrapposta in realtà aumentata al campo operatorio, diventando così uno strumento imprescindibile per il chirurgo che, grazie ad un modello ‘realistico’, riesce ad essere più preciso e più rapido nello svolgimento dell’intervento, oltre a garantire una migliore identificazione del tumore; si ritiene che gli utenti potranno giovare di un miglioramento in termini di sicurezza, tempi operatori e risultati globali nella gestione della loro patologia.


IO Surgical è uno Spin-off Universitario nato nel 2020 all’interno dell’incubatore genovese certificato DigitalTree convenzionato con l’Università di Genova per promuovere e sostenere lo sviluppo di imprese innovative.

 

 

 

TAGS