Porto e trasporti

LIGURIA - Sono tanti i politici intervenuti nel dibattito aperto dal senatore della XVII Legislatura e membro della commissione Trasporti Maurizio Rossi sulla necessità della realizzazione del progetto legato al quadruplicamento Tortona-Milano fondamentale per ridurre i tempi del collegamento ferroviario tra Genova e Milano. Il rischio però è che venga realizzata un'opera che non permetta l'alta velocità lungo tutto il percorso che separa le due città.

"Ne parlo già dal 2016, ribadisco che il quadruplicamento della Tortona - Milano è fondamentale per poter dire che Genova e Milano saranno integrate e per vedere davvero benefici economici concreti - spiega Rossi -. Il progetto del quadruplicamento attualmente previsto solo tra Pavia e Milano prevedrebbe binari “low cost”, in grado di consentire come velocità massima 160 km/h, anziché almeno 250 (non dico 300/350). E questa scelta sarebbe esclusivamente legata a motivi di risparmio economico perché i binari da 250 km/h sarebbero più costosi" spiega Rossi (Leggi qui).

CLICCA QUI PER LEGGERE IL DIBATTITO

Immediate sono arrivate le risposte del mondo della politica e la presa di posizione da parte dei candidati liguri alle prossime elezioni politiche.

Anche il presidente di Regione Liguria e leader di Italia al centro ha spiegato l'importanza dell'infrastruttura per la Liguria: "Quella ferrovia andrà completata con gli standard richiesti in un collegamento tra due città che sono da una parte il primo polo finanziario del Sud Europa e dall'altra il primo porto del Mediterraneo. Sono convinto che il Terzo Valico verrà completato in tutte le sue parti, compreso il quadruplicamento e sono sicuro che il nuovo ministro dei Trasporti lo farà visto che bisogna ancora completare la progettazione e finanziare l'opera" spiega Toti (Leggi qui).

Raffaella Paita, candidato capolista al Senato per Italia Viva-Azione e presidente della Commissione Trasporti commenta: "Penso che sarebbe stato opportuno pensare sin dall’inizio ad una linea Alta Velocità da Genova a Milano, mentre, come sappiamo la tratta Alta Velocità, ad oggi è prevista solo da Genova a Tortona. Per la tratta Tortona-Milano, è invece previsto il quadruplicamento dell'attuale linea, opera che è comunque assolutamente indispensabile e da realizzare in tempi brevi, per dare significato alla tratta Alta Velocità del cosiddetto Terzo Valico, sulla quale abbiamo lavorato tantissimo e che finalmente sta per vedere la luce. Siamo ancora in tempo per poter rivedere la progettazione. Bisogna lavorare tutti nella stessa direzione e far cambiare l'impostazione a Rfi" spiega Paita (Leggi qui).

"La linea Milano-Genova rappresenta un caso negativo unico nel suo genere - attacca Edoardo Rixi della Lega -. Manca una soluzione di alto profilo per valorizzare un investimento così significativo. Come se ogni opera fosse stata progettata a sé stante sul principio del 'fine competenza'. In Italia sulla rete 'a servizio elevato' – con velocità maggiori a 200 km/h – per collegare due capoluoghi di regione tra loro è stato realizzato un puzzle maldestro: si passa da linee veloci a 250 km/h come previsto sul Terzo valico a linee convenzionali come la Tortona-Mi Rogoredo. Come se qualcuno avesse realizzato la linea Roma-Napoli 'fermandosi' a Gaeta!" (Leggi qui).

Anche il candidato del Pd Lorenzo Basso entra nel tema: "Se il quadruplicamento di questo tratto, che non sarà operativo prima del 2030, fosse limitato al transito di treni con velocità massima 160 km/h anziché almeno di 250/300km/h (che caratterizza le reti ad alta velocità dell’Europa secondo il criterio definito dall’UIC, Union Internationale des chemins de fer) ci troveremmo di fronte all’ennesimo handicap infrastrutturale della nostra regione" precisa Basso (Leggi qui).

Ilaria Cavo, candidata alle elezioni per Noi Moderati sottolinea la necessità dell'opera per la Liguria e per i collegamenti veloci nel Nord Italia: "C'è un problema (nel progetto attuale ndr) perché così come è si andrebbe a creare un collo di bottiglia. Bisogna agire sul progetto, se Alta Velocità deve essere dopo tutti gli anni che abbiamo aspettato l'alta velocità deve essere a senso pieno e ci impegno ad agire per far sì che si arrivi realmente a destinazione" (leggi qui).

Fondamentale avere una infrastruttura ferroviaria efficace ed efficiente anche per il candidato di Fratelli d'Italia e assessore al Trasporti e Turismo della Regione Liguria Gianni Berrino: "Il quadruplicamento della Milano - Tortona per completare e rendere effettivi i vantaggi del terzo valico è, assieme al completamento e alla riprofilazione delle gallerie a ponente, essenziale per collegare Genova e la Liguria con il resto d'Europa. Sia per i cittadini liguri che per le aziende è necessario velocizzare e rendere maggiormente certi gli spostamenti. Se vogliamo anche permettere a Genova di divenire città attrattiva per nuove aziende e sinergica a Milano, e sostenere la crescita del turismo ligure le nuove infrastrutture ferroviarie sono vitali" spiega Berrino (Leggi qui).

"Ad oggi, il progetto del quadruplicamento non è nemmeno finanziato ed apprendo, grazie a Maurizio Rossi, che prevederebbe binari non ad alta velocità esclusivamente per un banale risparmio di denaro - spiega Luca Pirondini del M5s -. Peraltro, binari che nella migliore delle ipotesi sarebbero pronti tra almeno otto anni. Incredibile! Il nostro paese ha visto con molte delle cosiddette "grandi opere" vergognosi sprechi di denaro pubblico e quando invece bisogna fare qualcosa di utile la si fa depotenziata per risparmiare? Siamo seri" (Leggi qui).