CRONACA

Il poliziotto salvato dall'intervento dei suoi colleghi

Violenza in carcere a Marassi: detenuto prova a strangolare un agente

giovedý 26 settembre 2019
Violenza in carcere a Marassi: detenuto prova a strangolare un agente

GENOVA -  Ennesimo di caso di violenza all'interno del carcere genovese di Marassi. Nel pomeriggio di mercoledì infatti un detenuto italiano con problemi psichiatrici si è scagliato contro un agente e ha tentato di ucciderlo strangolandolo. La denuncia su quanto accaduto arriva direttamente dal Fabio Pagani, segretario regionale della Uilpa Polizia penitenziaria. Solo l'intervento degli altri agenti ha permesso di staccare l'aggressore dal poliziotto trasportato comunque al pronto soccorso per le dovute cure. Per lui una prognosi di quattro giorni.

"Servono misure straordinarie in favore della polizia penitenziaria e, in generale, delle carceri". Pagani punta il dito sul sovrannumero di detenuti presenti nel carcere di Marassi: "Il numero continua progressivamente ad aumentare (750 circa a Marassi a fronte di 546 posti disponibili ndr) e aumenta il sovrappopolamento dei penitenziari, mentre gli organici della polizia penitenziaria continuano a diminuire. La gestione dei detenuti con problemi di natura psichiatrica va ripensata e riorganizzata" con Pagani che si auspica un immediato intervento sulla questione da parte del ministro Bonafede.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place