MOTORI

Il savonese ha sbattuto nella prima tappa e si è ritirato nella seconda

Rally Svezia, vittoria di Evans con gli italiani comprimari e Andolfi out

domenica 16 febbraio 2020

Il campionato mondiale rally a fatto tappa in Svezia per la seconda prova. Presente anche la pattuglia azzurra dell’Aci team Italia. Intervista al team director di Hyundai Motorsport, il cuneese Andrea Adamo, sul suo impegno con la casa coreana e sul futuro dei rally. La Ferrari ha presentato la nuova monoposto per puntare al titolo 2020 con Vettel e Leclerc: si chiama SF1000. L’azienda italiana Omp ha rilevato l’americana Bell Racing diventando leader mondiale nella produzione di sistemi di sicurezza per il racing. Sta prendendo forma il campionato Italiano offshore 2020, la serie spettacolare che unisce glamour ed emozioni con le sfide tra catamarani e monocarena.


STOCCOLMA (SVE) - Sarà anche stato un Rally di Svezia anomalo, temperature alte e assenza di neve ne ha fatto una gara diversa dalle attese, forse da non disputare, ma tra le fila del Toyota Gazoo Racing team che schiera le Yaris Wrc evidentemente non se ne sono accorti. Anzi, tutto è parso nella normalità, molto di più che al precedente Rally Monte Carlo. La squadra diretta da Tommi Makinen è quella del momento, competitiva su tutti fronti ed Elfyn Evans ne è la miglior espressione. Beffato nel finale del "Monte", sulle strade velocissime e ghiacciate strade sterrate svedesi, il gallese ha dominato senza indugio assicurandosi quella affermazione sfuggitagli sulle asfaltate speciali francesi.

Successo di squadra quello della Toyota, che ha piazzato il diciannovenne Kalle Rovampera, la rivelazione, al terzo posto precedendo il francese Sebastien Ogier al quarto, in una prova piuttosto opaca rispetto il suo potenziale. Al secondo posto, alle spalle di Evans, ha chiuso il campione del mondo in carica Ott Tanak, lasciando intendere che la brutta botta francese non ha lasciato in lui alcun strascico, ma su queste strade non è stato in grado di cambiar passo ed attaccare la leadership con la Hyundai i20 Wrc.

Tanak è stato il migliore del team coreano capitanato dal cuneese Andrea Adamo, unico nella top five mentre Thierry Neuville non è stato in grado di ripetere il successo al Rallye Monte Carlo, terminando al settimo posto, preceduto da Esapekka Lappi con la Fiesta Wrc della M-Sport Ford Word Rally Team.

La prima prova del campionato Junior Wrc è stata in mano ai piloti nordici, come da copione. Ha vinto lo svedese Tom Kristensson in una gara che, come ci si attendeva, s'è rivelata difficile per i giovanissimi piloti italiani. Tre, dei quattro esordienti nel Jwrc, sono arrivati al traguardo soffrendo ma praticamente in gruppo. Decimo ha chiuso il siciliano Marco Pollara, davanti al lombardo Enrico Oldrati e al toscano Tommaso Ciuffi, dodicesimo.

Era sesto invece il ligure Fabio Andolfi quando è uscito di strada nel corso della prima tappa, rientrato il giorno seguente il savonese in coppia con Stefano Savoia è dovuto fermarsi definitivamente per un problema alla pompa della benzina della Ford Fiesta R2 EcoBoost gommata Pirelli.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place