PORTI E LOGISTICA

Finanziamento a sostegno del nuovo piano di investimenti nei due porti liguri

Porti di Genova e Savona, la Banca europea esamina finanziamento da 300mln

di R.P.

lunedì 30 agosto 2021



GENOVA -  Un finanziamento da 300 milioni a sostegno del nuovo piano di investimenti nei porti di Genova e Savona è sotto esame alla Banca europea degli investimenti (Bei). Il progetto ha un valore complessivo di circa 789 milioni di euro e prevede diverse interventi, tra cui opere di infrastrutturazione terrestre che consentiranno al traffico da e per il porto di Genova di scorrere meglio verso il nodo autostradale genovese e verso la ferrovia e la realizzazione della nuova diga foranea di Genova.

La nuova diga foranea permetterà al porto di Genova di aumentare la portata delle navi che potranno attraccare nel bacino del porto storico e di sampierdarena. L'infrastruttura, che andrà a sostituire l'attuale diga foranea, un'opera ormai centenaria voluta da Raffaele De Ferrari, sarà completata in lotti. Il progetto definitivo della diga è stato approvato attraverso il debat public, il primo nel suo genere realizzato in Italia, ed è stato fortemente voluto dall'autorità di sistema portuale guidata da Paolo Emilio Signorini.

Ecco le tre soluzioni per la nuova diga di Genova: aperto il 'debat public'-LEGGI QUI

Nell'ambito dei finanziamenti previsti dal piano nazionale di ripresa e resilienza legati alla transizione ecologica, inoltre, è prevista anche la copertura dei bacini di carenaggio delle riparazioni navali. Un tema molto caro ai comitati dei cittadini che da anni segnalano l'incompatibilità di quell'insediamento industriale con la salute pubblica.

Nuova diga di Genova, la Regione stanzia 57 milioni per la copertura finanziaria

Inoltre, il nuovo piano di investimenti nei porti di Genova e Savona prevede la realizzazione di collegamenti elettrici nave-terra, tramite il "cold ironing", che permette alle navi ormeggiate di alimentarsi con la corrente da terra riducendo i consumi di carburante e le emissioni.

Il finanziamento di altre componenti dell'area portuale, ha spiegato la Bei, può essere incluso nel prestito quadro in fase di istruttoria o successivamente, in fase di assegnazione dei fondi.




I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place