CRONACA

Il sindaco del comune savonese: "E' una battaglia di tutto il territorio"

Pietra Ligure, catena umana per riaprire il punto nascite del Santa Corona

di Redazione

sabato 13 febbraio 2021
Pietra Ligure, catena umana per riaprire il punto nascite del Santa Corona

PIETRA LIGURE - Protesta davanti all'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure per chiedere la riapertura del punto nascite che la direzione della Asl2 ha chiuso quando ha dovuto riorganizzare i reparti a causa dell'emergenza Covid.

I manifestanti, tra i quali anche il sindaco Luigi De Vincenzi, hanno creato una vera e propria catena umana. Il primo cittadino ha sottolineato che "questa è una battaglia del territorio. Lo dimostra il fatto che qui oggi ci siano tanti amministratori e politici di diverso colore". Presenti anche i sindaci di Loano, di Finale Ligure, di Albenga e Borgio Verezzi.

Tra i presenti anche il consigliere regionale Ferruccio Sansa che dichiara: "Se questa regione vuole essere accogliente verso i suoi cittadini, lo deve essere fin dal momento in cui nascono",

Brunello Brunetto, ex primario di anestesia e rianimazione e ora presidente della commissione sanità in Regione, ha confermato: "Nessuno ha detto che non riaprirà. E' intenzione del presidente della Regione Toti, del sottoscritto e del direttore generale di Asl2 Marco Damonte Prioli riaprire quanto prima. Ora, però, c'è una forte carenza di ginecologici e ciò impedisce di riattivare il reparto. La carenza di personale è un problema serio".

A questo non crede affatto il segretario generale della Cgil di Savona Andrea Pasa: "Questa manifestazione si propone di difendere la sanità pubblica e vuole ribadire la necessità di ricostruire una rete sociosanitaria pubblica efficiente, cosa che deve avvenire anche con la riapertura di reparti chiusi da tempo. Lo slogan deve essere questo: 'Basta parole, ci vogliono fatti'



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place