CRONACA


Crollo Ponte Morandi, ecco come cambia viabilità e situazione dei trasporti

marted́ 21 agosto 2018
Crollo Ponte Morandi, ecco come cambia viabilità e situazione dei trasporti

GENOVA - Stefano Balleari, vicesindaco, ha spiegato oggi come ospite in diretta a Primocanale come la viabilità sia cambiata in questi giorni dove si è lavorato fin da subito con "armonia e determinazione, perché non possiamo permettere che Genova perda il suo ruolo nell'ambito nazionale e internazionale". Ecco le modifiche più rilevanti:

  • Cambio del senso della rampa di Cornigliano: dopo l'abbattimento dell'altra rampa lato mare, quella lato monte era stato cambiato ed era in discesa. Ora è nuovamente in salita per cosentire di imboccare più velocemente l'autostrada a Genova Aeroporto.
  • Cambio del senso di via Siffredi a senso unico tutte le 4 corsie in direzione ponente.
  • Cambio del senso di via Albareto a senso unico tutte le 4 corsie in direzione levante.
  • Creazione di percorsi alternativi dalla rotonda di Via di Francia si può proseguire dritto da via Fiamme Gialle e avere un'altra possibilità di immettersi in Lungomare Canepa.
Questo allungamento di 800 m circa dalla rotonda di Sestri Ponente serve proprio per permettere al traffico di defluire. Per quanto riguarda, invece, i lavori, mercoledì il via a quelli nelle aree Ilva, mentre in Lungomare Canepa: "prendiamo come una sfida quella di terminarli entro 8 mesi".

Per quanto riguarda le novità di Amt, appuntamento come ogni giorno con il direttore operativo Stefano Pesci alle 9 in diretta su Primocanale che, oltre a dare informazioni risponde a proposte e domande degli utenti in diretta chiamando l'800640771 o inviando un messaggio su Whatsapp al 3476766291.

  • Da questa mattina metropolitana: tra le 7.30 e le 9.30 è stato rinforzato il servizio 5 treni invece che 4.
  • Da domani la linea Brin-Brignole sarà attiva dalle 5 alle 21.30, mentre di notte il servizio continua no stop tra Brin-Dinegro.
  • La tratta Brin-Dinegro è sempre gratuita: "Questo per il Comune ha rappresentato un grosso sforzo, forse più avanti si parlerà di estendere il tratto gratuito".
  • La navetta, che collega da via Fanti d'Italia con via Avio, è stata allungata fino a via Fillack per il momento durante il giorno. Si sta cercando di realizzarla anche di notte, ma servono delle vetture più piccole di N1 e N2.
  • Corse della navebus salite da 8 a 14, con volontà di incrementarle ulteriormente.

Si stanno valutando, assieme al Comune, varie ipotesi come quella di potenziare il Trenino di Casella fino ad un massimo di 160 posti in caso di necessità a partire da settembre. Per il momento, per raggiungere l'area di Campi l'unica linea è quella del 53 che ferma in Piazza Pallavicini. L'augurio sia di Amt sia del Comune è che Corso Perrone possa essere riaperto presto.

Si valuteranno le riduzioni dei prezzi degli abbonamenti, soprattutto per i giovani, principali fruitori dei trasporti. "Da confutare la voce che era girata questa estate", aggiunge Pesci, "biglietti e abbonamenti resteranno integrati con le ferrovie". Anche perché, sottolinea Giorgia che ha posto la domanda tramite Whatsapp, "adesso potrebbe essere ancora più utile".

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place