CRONACA

Oltre seimila tamponi effettuati in regione e 17 decessi da registrare

Covid, impennata della curva epidemica in Italia: 999 nuovi casi in Liguria

venerdý 30 ottobre 2020
Covid, impennata della curva epidemica in Italia: 999 nuovi casi in Liguria

GENOVA - Ancora una impennata della curva epidemica in Italia. Sono 31.084 i nuovi casi di contagio da coronavirus registrati (ieri erano 26.831), con il nuovo record di tamponi processati, 215.085 (rispetto ai 201.452 del giorno precedente). Lieve calo dei decessi, 199 contro i 217 del giorno precedente, per un totale di 38.321. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

In Liguria nelle ultime 24 ore sono stati registrati 999 nuovi casi di Coronavirus su 6.234 tamponi e altre 7 vittime. Lo ha reso noto la Regione Liguria. Le 7 persone decedute, di età compresa tra i 74 e i 90 anni, erano tutte ricoverate negli ospedali San Martino e Villa Scassi di Genova. Nel capoluogo ligure, inoltre, sono stati rilevati 700 dei 999 nuovi casi di contagio. Al momento in tutto il territorio regionale sono mille le persone ricoverate in ospedale (+43), di cui 52 in terapia intensiva, mentre sono 13.630 quelle positive e 6.420 quelle sottoposte a sorveglianza attiva.

"Abbiamo chiuso un grande piano incrementale territoriale che prevede 500 nuovi posti letto per pazienti Covid in Liguria", ha annunciato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti. "Si tratta di posti letto per pazienti con necessità assistenziale di bassa intensità e che quindi possono essere ricoverati fuori dall'ospedale. Da qui la creazione, nell'ambito di strutture extra ospedaliere, di aree sanitarie separate e temporanee per garantire l'assistenza a pazienti Covid di bassa intensità non autosufficienti su tutto il territorio, in modo da rispondere capillarmente a questa esigenza".

Nella Asl 3 genovese sono 7 le strutture previste per 247 pazienti, 2 nella Asl 1 imperiese per 55 pazienti, 3 nella Asl 2 savonese per 83 pazienti ospitati e 2 nella Asl 5 spezzina per 70 pazienti, per un totale di 455 persone su tutto il territorio regionale. "Sono inoltre in corso contatti con altre strutture per verificare ulteriori disponibilità. Ogni strumento a disposizione per fronteggiare il virus, lo stiamo mettendo in campo e anche l'accordo chiuso con queste residenze va in questa direzione che aiuterà gli ospedali nel turn over", ha aggiunto Toti.

Sul territorio regionale sono attualmente presenti 13.630 positivi (+661). Due su tre sono nell'area metropolitana di Genova, dove il totale sale a 9.104. Nelle ultime 24 ore, sono aumentati di 31 unità i ricoverati al San Martino, che diventano 288. Si alleggerisce il Villa Scassi, dove restano 158 pazienti covid, 14 in meno. Due ricoverati in più all'Evangelico, con il totale che sale a 66, e 4 in più al Galliera, che sale a 148. Restano 14 i casi covid all'ospedale pediatrico Gaslini. Nelle altre Asl, 74 i ricoverati nell'imperiese (+9), 89 nel savonese (+6), 84 nel Tigullio (+2), 79 nello spezzino (+4). Crescono di 343 unità i positivi in isolamento domiciliare in tutta la regione, che arrivano a 7.322. Nelle ultime 24 ore, registrati anche 331 nuovi guariti, con il totale da inizio pandemia che arriva a 12.161.

"La Liguria ha un indice Rt a 1,53. La nostra regione non è nel gruppo delle regioni dove l'Rt ha superato quota 2. Con la partenza anticipata del cluster spezzino e poi con il diffondersi del contagio a Genova, siamo una quindicina di giorni avanti rispetto a Lombardia e Campania, dove il virus sta crescendo. L'indice Rt della Liguria ora è alto, ma più basso del picco della primavera scorsa, quando eravamo quasi all'1,8", ha sottolineato Toti.

"Le misure introdotte nello scorso fine settimana sono ancora troppo recenti per verificarne l'efficacia o non efficacia". Lo ha detto il commissario per l'emergenza Covid 19, Domenico Arcuri. "In questa seconda ondata, che è molto diversa dalla prima, nella cassetta degli attrezzi dobbiamo aggiungere un altro elemento: dobbiamo muoverci il meno possibile, perché è evidente che l'impeto di questa curva è il risultato della mobilità che noi abbiamo gestito nelle settimane e nei mesi scorsi. Non è questo il momento per fare polemiche su scuole, trasporto, Regioni e Governo ma è il momento di rivolgerci agli italiani con un paio di accortezze: la prima è dirgli la verità, e la seconda raccontargli più indicatori, più dati e più numeri possibili".

"Aumenta il numero di tamponi che riusciamo a effettuare, ma aumenta anche il numero di nuovi positivi e la percentuale di positivi sui tamponi effettuati supera il 10%. Questo è un indicatore non positivo, significa che l'epidemia galoppa", ha detto il direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza. "Il tracciamento è un elemento importantissimo, è la prima trincea nella battaglia che abbiamo intrapreso per controllare la diffusione di quest'infezione", ha detto il presidente dell'Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro. Nell'ambito dei controlli sulle misure anti Covid-19, nelle ultime 24 ore le forze di polizia hanno verificato "79.110 persone", ne hanno "sanzionate 366 e denunciate 23". Lo riferisce il Viminale su Twitter. Inoltre sono stati verificati "11.884 esercizi commerciali o attività, sanzionati 54 titolari e disposte 12 chiusure"

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place