CRONACA

Prevista una riunione con Amt per potenziare il servizio

Chiusura A26, le misure per la viabilità alternativa. Bucci: "Usate i mezzi pubblici"

marted́ 26 novembre 2019
Chiusura A26, le misure per la viabilità alternativa. Bucci:

GENOVA - "Chiedo a tutti i cittadini di usare il più possibile il trasporto pubblico, che sarà potenziato sia a livello di autobus, che di metropolitana che di treni sulla Voltri-Nervi, per la Valpolcevera e la linea su Ovada. Alle 7.15 faremo una riunione con Amt per potenziare il servizio. Dobbiamo impegnarci tutti. Tiriamoci su le maniche e supereremo anche questa emergenza. Stiamo valutando anche delle facilitazioni sulle tariffe". Così il sindaco di Genova, Marco Bucci, ha detto al termine del vertice in Prefettura dopo la chiusura della A26.

"Abbiamo previsto delle misure straordinarie, come fatto dopo il Ponte Morandi. Ma sono interventi che potrebbero cambiare di giorno in giorno. Prevediamo che il grosso della circolazione sarà tra il casello Aeroporto e Genova Ovest: nella viabilità cittadina, sulla Strada a mare e in Lungomare Canepa, ci sarà una corsia per senso di marcia dedicata ai merci. Non possiamo permetterci di fermare il porto", conclude il sindaco.

VIABILITA' ALTERNATIVA - La mancanza dell'ex Ponte Morandi su Genova, causa la tragedia del 14 agosto 2018, e il parallelo crollo del viadotto lungo la A6 tra Savona e Altare rende la Liguria a rischio paralisi e isolamento ancora maggiore di quanto già lo fosse nelle ultime 24 ore. La stessa Società Autostrade prosegue la propria nota consigliando gli automobilisti sui percorsi alternativi:

- Veicoli leggeri e autocarri fino a 7,5 ton (esclusi autobus)

Per la A26 dalla A10 uscire a Prà e proseguire fino a Masone tramite la SP 456 del Turchino. Per la A10 dalla A26 effettuare il percorso inverso.

- Veicoli pesanti superiori a 7,5 ton e autobus

Per la A26 dalla A10 utilizzare la A7. Per la A10 dalla A26 obbligo di deviazione sulla Diramazione Predosa Bettole, dalla quale, con fermo temporaneo e progressivo deflusso, sarà possibile procedere verso Genova lungo la A7. Potranno proseguire fino a Masone i soli mezzi pesanti con destinazione di scarico o carico nella zona collegata a tale svincolo. 

VIABILITA' VALLE STURA - Il comune di Rossiglione informa sulla viabilità  della zona: "Dalla prefettura: la 456 sarà vietata al transito dei mezzi pesanti che sarà indirizzato sulla A7.

- A Predosa li bloccherà la Polizia stradale, al Gnocchetto la Polizia provinciale alessandrina, a Voltri la Polizia locale di Genova, alla Polizia locale dell'Unione di Comuni Stura Orba e Leira spetterà intercettarli dalla rotonda masonese. È stata interpellata la Polizia stradale, cercheranno di dare supporto anche loro al casello di Masone, chiederemo la collaborazione anche dell'Arma dei Carabinieri. Il problema è enorme e molte forze saranno dirottate su Genova e su A7, quindi lo sforzo richiesto alle nostre risorse sarà davvero spropositato".

L'Assessorato regionale alla sanità e la Direzione generale di ASL 3 garantiscono il massimo impegno per l'assistenza sanitaria.

È possibile che il soccorso sanitario di codici rossi e gialli venga indirizzato in Piemonte (le due Regioni sono in contatto in queste ore frenetiche). Da martedì 26 novembre è possibile sia mandata forza aggiuntiva e/o presidi sanitari in Valle.


Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place